Home / IN PRIMO PIANO / Scalea, “Vogliono il Consorzio per gestire le elezioni”

Scalea, “Vogliono il Consorzio per gestire le elezioni”


SCALEA – “Non vorrei che dietro alla questione elezione della terza fascia del consorzio ci fossero manovre politiche per assumerne il controllo e gestire così le prossime elezioni amministrative del Comune di Scalea”.

green multiservice disinfezione

A dirlo è Davide Gravina, presidente del Consorzio di bonifica integrale dei bacini del Tirreno cosentino. Lo abbiamo sentito per chiedergli spiegazioni in merito a recenti indiscrezioni diffuse da uno dei quotidiani calabresi circa l’imminente commissariamento dell’ente consortile da parte della Regione Calabria.

“Ad oggi – ci ha risposto – nessuna comunicazione del genere ci è giunta dal dipartimento Agricoltura regionale. Ad oggi – ha aggiunto – l’unica comunicazione ricevuta è quella dell’ennesimo annullamento delle elezioni della terza fascia per il quale abbiamo prodotto al dipartimento stesso un parere dell’Anbi, (Associazione nazionale dei consorzi di gestione e tutela del territorio e acque irrigue, ndr) per chiedere la revoca delle aberranti decisioni assunte in merito alle elezioni della terza fascia. Se revoca non sarà ci costituiremo al Tar Calabria”.

Inoltre è in fase di preparazione un incontro con il governatore calabrese, Mario Gerardo Oliverio, per discutere della questione (l’occasione potrebbe essere la Festa della raccolta del cedro in programma a breve, ndr).

Nell’attesa, Gravina si toglie anche qualche sassolino dalle scarpe. “Questa situazione che infanga l’operato del consorzio – ha precisato – è dovuta ovviamente alla lista che ci ha conteso le le elezioni e che ha fatto prima ricorso al Tar e poi alla Giunta regionale connotando la vicenda in modo politico e non amministrativo e trovando, per altro, una sponda, appunto politica, nel Comitato di controllo che si inventa principi pur di non convalidare definitivamente le elezioni della terza fascia, quella dei grossi proprietari terrieri. Per questo al tar chiederemo anche i danni”.

Da tempo, intanto, circolano voci in merito al possibile sostituto di Gravina. In caso di commissariamento si è fatto il nome di Arturo Riccetti, ex assessore della Provincia di Cosenza e nei mesi scorsi impegnato in una campagna infruttuosa per il controllo della Bcc di Verbicaro.

No comment – ha detto Gravina – nomi ne circolano tanti. Intanto c’è un presidente eletto, espressione di Coldiretti e non di sigle politiche-partitiche, che sta amministrando il consorzio”.



About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Diamante, solidarietà dell’amministrazione al vicesindaco Pascale

Dopo le minacce con pistola, nota di vicinanza da parte della maggioranza che parla di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright