Home / CRONACA / Fuscaldo, partito il procedimento su assunzioni in Comune

Fuscaldo, partito il procedimento su assunzioni in Comune


FUSCALDO – Si è aperto dinanzi al giudice per le indagini preliminari l’udienza relativa a un presunto abuso d’ufficio perpetrato al Comune di Fuscaldo.


Il dibattimento ha avuto inizio con una lunga testimonianza del consigliere provinciale nonché sindaco di Fuscaldo, Gianfranco Ramundo. Il primo cittadino ha ribadito che le assunzioni effettuate contestate dalla Procura sono state dettate da una grave crisi di organico.

“Non avevo alternative – ha affermato il primo cittadino – si rischiava di bloccare la macchina comunale. A titolo di esempio, per un mese intero l’ufficio ragioneria è stato chiuso”. Quale risposte può dare un sindaco se un comune si ferma?

Ramundo non ha dimenticato di parlare di dissesto. Delle difficoltà economiche per un’amministrazione nuova per cercare di mandare avanti il comune. I primi mesi sono stati difficilissimi. Il sindaco si è detto infine fiducioso dell’operato degli inquirenti.

L’inchiesta è stata portate avanti dalla Procura della Repubblica di Paola, rappresentata ieri in aula dal PM Linda Gambassi. Tra gli indagati figurano anche Francesco Sansone, Maria Rachelina Abruzzino, Antonio Lo Gullo e Mario Chiodo. Nel caso di Chiodo parliamo però non di assunzione ma di trasferimento dal comune di Rota Greca come da apposita convenzione stipulata tra i due enti. Oltre al sindaco hanno ottenuto di essere ascoltati in udienza Abruzzino e Sansone. Mentre per gli altri indagati sono state presentate corpose memorie difensive. L’udienza è stata aggiornata al 4 febbraio 2016, data in cui il giudice dovrà decidere se rinviare a giudizioso o meno i cinque indagati.

Secondo l’inchiesta si sarebbe infranto l’articolo 90 del Tuel che “vieta agli enti dissestati o strutturalmente deficitari di assumere collaboratori esterni all’ente con contratto a tempo determinato per la costituzione di uffici posti alle dirette dipendenze del sindaco o della Giunta”.

L’amministrazione comunale pertanto nonostante la dichiarazione di dissesto da poco adottata deliberava selezioni pubbliche (nell’ottobre 2011) per l’assunzione di collaboratori da porre alle dirette dipendenze dell’esecutivo.


About Francesco Maria Storino

Attualmente collaboratore della Gazzetta del Sud ha lavorato per La Provincia, Comunità 2000, Edizioni master, Il Quotidiano della Calabria e Corriere dello Sport. Cura particolarmente la cronaca giudiziaria.

Check Also

maggio letterario scalea

Maggio Letterario Scalea, Giuseppe Smorto a Villa Giordanelli per il Sud positivo

Domenica 29 maggio 2022 il libro “A sud del Sud”. Eclectica: “Fa più rumore un …