Home / IN PRIMO PIANO / Paola, acqua: Ferrari tranquillizza la popolazione

Paola, acqua: Ferrari tranquillizza la popolazione


PAOLA – “I valori non conformi sono relativi ai serbatoi in entrata. Non in uscita“.


E per tale motivo non viene messa in dubbio, come rileva il sindaco di Paola, la potabilità dell’acqua. Basilio Ferrari interviene ancora per tranquillizzare la popolazione.

Il caso dell’acqua continua a far discutere. Ma se l’opposizione incalza la maggioranza il primo cittadino non sta a guardare. Anzi Ferrari spiega come “la presenza di colibatteri non implica che l’acqua sia automaticamente pericolosa. La carica minima non dice nulla. Per questo l’Asp non prende provvedimenti”.

Nel caso contrario in poche parole sarebbe stato necessario non revocare l’ordinanza di non potabilità. E invece “nelle analisi in uscita la carica è pari a zero. Così come negli altri serbatoi”.

Ferrari ribadisce come sia tutto in regola. In consiglio comunale l’argomento non è all’ordine del giorno, ma si presenta il comitato salute pubblica in aula per chiedere lumi. Il presidente del consiglio Emira Ciodaro redarguisce i presenti e fa sgombrare la sala. Interviene anche il consigliere comunale Maria Antonietta Maiorano che si becca con la Ciodaro. La seduta viene sospesa. Ma gli argomenti all’ordine del giorno seppur di una certa importanza non interessano più a nessuno. Tutti si aspettano che si parli del caso acqua dopo i dati dell’Arpacal. Ma accade solo per pochi minuti.

E così il consigliere comunale Graziano Di Natale ha convocato una apposita conferenza stampa per dire la sua. Accanto a lui c’è anche il medico Cosmo De Matteis e il segretario del Pd, Francesco Città.

Ma vediamo i dati. Due i punti analizzati: l’entrata del serbatoio San Miceli e l’acqua in arrivo a quello di Madonna delle Grazie. Secondo l’Arpacal, che in merito ha scritto al dipartimento di prevenzione dell’Asp, questi due punti presentano anomalie. Sotto la lente i campioni il 4695 e il 4700 per entrambi viene scritto che: “In base ai parametri ricercati presentano valori non conformi relativamente ai coliformi a 37° C”.

Cambia Paola che ritiene bisogna adottare trasparenza e pubblicare tutti i dati. Paola che Vorrei scrive: “È una vergogna. La città di Paola ha toccato il fondo. Questo è inaccettabile. Il primo cittadino non ha perso occasione per polemizzare nei confronti dell’ex sindaco forse per distogliere l’attenzione da temi ben più importanti come l’acqua potabile”.


About Francesco Maria Storino

Attualmente collaboratore della Gazzetta del Sud ha lavorato per La Provincia, Comunità 2000, Edizioni master, Il Quotidiano della Calabria e Corriere dello Sport. Cura particolarmente la cronaca giudiziaria.

Check Also

maggio letterario scalea

Maggio Letterario Scalea, Giuseppe Smorto a Villa Giordanelli per il Sud positivo

Domenica 29 maggio 2022 il libro “A sud del Sud”. Eclectica: “Fa più rumore un …