Home / IN PRIMO PIANO / Affari a rotoli, ristorante dona cibo ai bisognosi per Natale

Affari a rotoli, ristorante dona cibo ai bisognosi per Natale


PRAIA A MARE – Il Mariposa, noto pub di Praia a Mare, ha deciso di distribuire pasti gratis ai bisognosi nella settimana di Natale.


“In questo paese non abbiamo speranze. Noi restiamo vicini alle persone più bisognose” recita un volantino informativo sull’iniziativa.

È stato diffuso il numero di telefono del proprietario telefonando al quale si può richiedere di beneficare del cibo gratuito per poi ritirarlo dal ristorante.

Abbiamo sentito il promotore dell’iniziativa, Andrea Trombino.

“È nata così – ci spiega – nel tanto tempo che, purtroppo, abbiamo a disposizione durante le ore di lavoro. Troppe – aggiunge – le serate passate a guardarci in faccia mentre gli affari vanno a rotoli. La gente non gira e non girano soldi. L’unica sarebbe chiudere e riaprire l’anno prossimo. Di contro però sappiamo bene che ci sono molte persone in difficoltà. C’è chi muore di fame e della cosa siamo dispiaciuti. Quindi abbiamo deciso di regalare cibo rimettendoci qualche euro, ma facendo una buona azione. Spero però che qualcuno mi segua. In centro ci sono sette – otto attività come la mia. Se uno preparasse un primo, uno un secondo economico, qualcun altro una pizza e così via, si riuscirebbe ad aiutare molte persone. Faremmo, in definitiva, quello che dovrebbero fare le istituzioni che però rispondono sempre che non ci sono soldi. Però – conclude Andrea – i soldi per il cemento ci sono. A Praia a Mare siamo 6mila abitanti: possibile che non si trova un modo per fare almeno in modo che tutti possano avere almeno un piatto sulla tavola”?

Questo il volantino e i dettagli dell’iniziativa

mariposa-volantino-in


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Polizze online: ecco le migliori assicurazioni sulla casa del momento

Garantire la salvaguardia dell’ambiente domestico è fondamentale per beneficiare della massima sicurezza e assicurare il …

One comment

  1. Iniziativa di per sé lodevole, però…
    A suo tempo, in altro commento, avevo criticato l’uso inappropriato del termine “bisognose” riferito a persone in disagio economico.
    La critica era scaturita dall’andazzo della distribuzione di frutta e/o verdura periodiche, in piazza o presso le parrocchie della zona. Chi ha avuto modo di assistere agli assalti alla diligenza, alle cassette caricate a più non posso nei portabagagli di auto parcheggiate alla vigliacca pur di non perdere un posto nella fila, alle cassette riviste nei giorni successivi in negozi specifici, alle liti furibonde per arrivare prima al prelievo… ecc. ecc.
    Bene, nell’occasione avevo rilevato, vista la folla, che una percentuale prossima al 100% dei cittadini praiesi o tortoresi o aietaioli “doveva” essere bisognosa; più che bisognosa, affamata nel vero senso della parola.
    Qualcuno di questi bisognosi ha contribuito a “spendere nel cemento”, visto che la più parte sono possessori perlomeno di una prima casa, molti di più case, che d’estate escono dal letargo invernale per accogliere, possibilmente in nero, i turisti in arrivo.
    Mi piace pensare che il filtro della prenotazione telefonica del pasto, con l’individuazione personale del richiedente, sia di freno e filtro a richieste di persone che della perdita di dignità hanno fatto virtù.
    Auguri per l’iniziativa e auguri per le Feste.