Home / IN PRIMO PIANO / Paola, dissesto: guai economici per l’ex Giunta

Paola, dissesto: guai economici per l’ex Giunta


PAOLA – Il ricorso al Tar per il dissesto rischia di costare caro all’ex amministrazione comunale e a coloro i quali hanno deciso di seguirla nella strada giudiziaria.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

Premesso che i ricorrenti hanno fatto appello alla sentenza al Consiglio di Stato, c’è da dire che vanno pagate adesso le spese giudiziarie per i quali sono stati condannati dal Tribunale amministrativo regionale. Una somma che ammonta a circa 21mila euro. E non solo. Andranno in altra sede anche restituite le indennità percepite dall’ex Giunta in un anno e mezzo.

Una grana non da poco. In effetti il segretario comunale avrebbe già scritto agli ex amministratori per riavere dietro quanto percepito nel 2011 e nel primo semestre 2012. Per quale motivo? A dire della maggioranza le somme servono alla commissione liquidatrice per pagare i debiti. Si potrebbe, come si apprende da ambienti della maggioranza, a breve procedere a inviare all’ex amministrazione ingiunzione di pagamento.

Ma torniamo al ricorso al Consiglio di Stato. A rappresentare i ricorrenti ad oggi è l’avvocato Francesco De Cesare. Il gruppo è composto da Roberto Perrotta, Giovanni Redavid, Giuseppe Melchionda, Giovanni Politano, Gerardo Selvaggi, Roberto Cataldo, Pasquale Nocella, Giuseppe D’Andrea, Ivan Ollio, Carmelo Trotta, Carlo Gravina, Angelo Siciliano, Antonella Bruno, Gianfranco De Luca, Carlo Cassano, Pasquale Di Blasi e Carlo Lanzillotta. Si cercherà di minare nel nuovo ricorso quelli che potrebbero essere i punti deboli della sentenza.

elezioni regione calabria 2021

Con il dispositivo del Tar si è altresì aggiunto, come dicevamo in apertura, il problema delle spese giudiziarie. Alcuni ricorrenti sono stati infatti raggiunti da comunicazione dell’avvocato che ha rappresentato il comune nel procedimento. È pertanto emersa la richiesta dell’avvocato De Cesare, inviata al comune, di rateizzare il pagamento. In primis si propone la “sospensione” del pagamento delle spese anche in virtù del nuovo ricorso. Poi quindi quello di effettuare il pagamento in più rate anche in virtù del fatto che le nuove normative in materia di esecuzione della sentenza favoriscono il percorso della rateizzazione. Ma la risposta in tal senso è stata negativa.

Un ulteriore capitolo della saga del dissesto del quale sentiremo parlare ancora per molto tempo anche nelle aule dei Tribunali è rappresentato ad oggi dalla proposta di rimborsare dal 40 al 60percento i debiti nei confronti dei creditori che è stata però rifiutata da diversi privati. La commissione è stata quindi “costretta” a nominare legali per la rappresentanza dell’ente. Incarichi che costeranno fior di quattrini in caso di sconfitta. Quattrini questi che sborseranno (in tasse) i cittadini paolani.


About Francesco Maria Storino

Attualmente collaboratore della Gazzetta del Sud ha lavorato per La Provincia, Comunità 2000, Edizioni master, Il Quotidiano della Calabria e Corriere dello Sport. Cura particolarmente la cronaca giudiziaria.

Check Also

Tortora, lungomare e piazza Plastic Free

Questa mattina in azione i volontari dell’associazione che sensibilizza sul problema dell’invasione della plastica nell’ambiente.

error: Materiale protetto da copyright