Home / IN PRIMO PIANO / Praia a Mare, riaprire l’ospedale: nessuna novità

Praia a Mare, riaprire l’ospedale: nessuna novità


CATANZARO – Per l’ospedale di Praia a Mare non c’è nessuna novità.


Il viaggio a Catanzaro dei sindaci dell’Alto Tirreno cosentino per incontrare il governatore Oliverio e parlare della questione non ha sortito effetti concreti se non una promessa del presidente.

“Anche di questo – ha detto Oliverio – parlerò con il ministro della Sanità Beatrice Lorenzin che incontrerò mercoledì 13 gennaio”.

I sindaci, ma più in generale i cittadini del territorio, si aspettavano qualcosa di più. L’esito vago e generico dell’incontro di oggi potrebbe lasciare l’amaro in bocca. A tempo si aggiunge tempo. Il territorio da tempo chiede che si faccia chiarezza sulla struttura sanitaria praiese che negli anni scorsi è stata convertita in Casa della salute.

Tuttavia – lo ricordiamo – una recente sentenza del Consiglio di Stato ha stabilito che il provvedimento di conversione (adottato da Giuseppe Scopelliti, ex presidente della Regione Calabria e commissario della sanità calabrese, ndr) è illegittimo e che l’attuale commissario della Sanità calabrese avrebbe dovuto rideterminarsi in merito. In seguito è stato anche emanato un giudizio di ottemperanza della sentenza stessa che però, ad oggi, non ha ancora avuto luogo. Allo scopo – come previsto dal dispositivo della sentenza del Consiglio di Stato – era stato anche nominato un commissario ad acta, che però si è dimesso.

Nell’incontro con la Lorenzin, Oliverio ha preannunciato ai sindaci che tratterà il tema della sanità calabrese a 360 gradi. “Serve – ha detto – un’impostazione diversa. Bisogna realizzare una rete di servizi che argini l’emigrazione sanitaria. Le colpe dello stato attuale del settore sono della precedente Giunta Scopelliti e ad un anno dalla mia elezione la situazione si è anche aggravata”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Reddito di cittadinanza: cerco lavoro da due anni, ma sono troppo qualificato

Una storia reale dal Tirreno cosentino. Una come tante, infarcita di delusione e rabbia. “Mi …

One comment

  1. Spero nella riapertura e che il personale venga scelto con competenza e onesta’.