Home / IN PRIMO PIANO / Tortora, false telefonate dall’ufficio tecnico: allarme truffa

Tortora, false telefonate dall’ufficio tecnico: allarme truffa


TORTORA – “Nessuna convocazione urgente presso il municipio viene effettuata dal Comune di Tortora ai cittadini. Chiediamo alla popolazione di non credere ad eventuali telefonate di questo genere e che diffonda la voce in qualsiasi modo”.

Dalla casa comunale di via Panoramica al porto chiedono anche al nostro sito di far circolare questo annuncio. Uno degli amministratori ci ha detto che nella migliore delle ipotesi si tratterebbe di uno scherzo telefonico ma, visti i tempi che corrono, non è da escludere che dietro quanto sta avvenendo si possa celare un tentativo di truffa.

Tutto è partito dalla segnalazione di un abitante delle frazioni montane tortoresi. L’uomo, questa mattina, ha ricevuto una telefonata di buon ora presso la sua abitazione. Dall’altro capo del telefono qualcuno si è accreditato come componente dell’ufficio tecnico di Tortora. Il falso dipendente comunale ha invitato il signore a recarsi con urgenza in municipio per una importante comunicazione.

Il destinatario della telefonata si è però insospettito e ha pensato di chiedere lumi ad uno degli amministratori comunali che, dopo una rapida verifica, ha constatato che nessun dipendente aveva effettuato una simile telefonata. Ha dunque pensato di ritelefonare il cittadino per consigliargli di non allontanarsi per alcuna ragione dalla sua abitazione.

Del fatto sono stari immediatamente informati i carabinieri. Dopo essersi recati in comune per raccogliere ulteriori elementi, sono stati proprio i militari a consigliare agli amministratori di diffondere l’allerta.

“Generalmente – è stato precisato – dal comune non avvengono comunicazioni di questo tipo. Nei rari casi in cui questo potrebbe avvenire chi telefona per conto dell’ente deve qualificarsi e, in comune, quasi tutti conoscono i dipendenti comunali. In ogni caso, suggeriamo ai cittadini che dovessero ricevere telefonate di ricontattare il comune per verificarne la veridicità”.

Il timore, in particolare, è che qualche malintenzionato potrebbe usare questo stratagemma per convincere eventuali vittime ad allontanarsi dalla propria abitazione ed effettuare furti in appartamento indisturbati. Qualcosa di simile, insomma, a quanto si è verificato a metà del mese scorso nella vicina Lauria. Qui erano stati segnalati casi della cosiddetta truffa dei finti carabinieri. (ne abbiamo parlato qui)


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Coronavirus, Italia già in linea con linee guida Oms

Nuova riunione della Task-force del Ministero della Salute. L’Istituto superiore di sanità valuterà l’evoluzione scientifica del coronavirus …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright