Home / IN PRIMO PIANO / Santa Maria del Cedro, avvelenati due randagi

Santa Maria del Cedro, avvelenati due randagi


Cani ritrovati morti per avvelenamento in piazza San Pio. Il sindaco Vetere ha già esposto denuncia contro ignoti. Deietti: “Ennesimo atto disumano e criminale”.

SANTA MARIA DEL CEDRO – Altri due cani sono stati avvelenati lo scorso lunedì notte, 23 maggio 2016, nel comune di Santa Maria del Cedro. I due randagi sono stati ritrovati ieri mattina, ormai privi di vita, in piazza San Pio.

Non si tratta purtroppo del primo caso di avvelenamento. Col crescere del fenomeno del randagismo è cresciuta anche l’inciviltà di qualcuno che credendo di risolvere il problema ha pensato di avvelenare due cuccioli indifesi.

Il sindaco di Santa Maria del Cedro Ugo Vetere ha già esposto una denuncia contro ignoti.

Occorre forse ricordare che l’uccisione di animali è un reato, previsto dall’art. 544-bis del codice penale ai sensi del quale “Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte di un animale è punito con la reclusione da 4 mesi a 2 anni”.

Il consigliere comunale Giuseppe Deietti, da tempo impegnato in una battaglia per contrastare il fenomeno del randagismo, lo ha definito un atto “disumano e criminale. In un paese civile come il nostro – ha detto Deietti – tutto ciò non può essere permesso. Per questo invito tutti i cittadini, oltre che gli animalisti presenti nel nostro comune, a collaborare per individuare questi balordi e assicurarli alla giustizia, sperando che ricevano una adeguata pena, sia essa pecuniaria o detentiva. Stiamo analizzando alcuni particolari che potrebbero incastrare i colpevoli”.

In questo conteso sarà velocizzato l’iter progettuale per la realizzazione di un canile comunale di cui proprio Deietti è promotore. Ne avevamo dato notizia già nei giorni scorsi, “ma a questo punto – ha aggiunto Deietti – occorre dare una maggiore accelerazione alla realizzazione del progetto che trova pieno appoggio in tutta l’amministrazione comunale”.

Intanto continuano le segnalazioni, anche al nostro sito Infopinione.it, sulla presenza di cani nel comune di Santa Maria del Cedro. Non tutti sembrano essere randagi. Molti potrebbero essere stati abbandonati dai loro padroni perché in alcuni casi si tratta di cani di razza dotati anche di collare.

Altre segnalazioni invece riguardano casi non molto gravi di aggressione alle persone. “Per questo motivo – ha rassicurato Deietti – abbiamo già chiesto l’intervento del servizio sanitario veterinario per l’accalappiamento dei cani”.


About Pierina Ferraguto

Giornalista pubblicista dal 2013. Laureata in Filosofia e scienze della comunicazione e della conoscenza all'Università della Calabria. Dal 2006 al 2008 lavora come stagista nella redazione di Legnano de Il Giorno. In Calabria lavora con testate regionali di carta stampata e televisive.

Check Also

Grisolia, pulito dai rifiuti il torrente Magarosa

L’amministrazione comunale loda gli operai di Calabria Verde per l’importante opera di bonifica effettuata sui …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright