Home / COMUNICATI STAMPA / Trasporti in Basilicata, “link” alta velocità insoddisfacenti

Trasporti in Basilicata, “link” alta velocità insoddisfacenti


Assessore Berlinguer su collegamenti alta velocità: “Paradosso: noi diminuiamo uso benzina ma Stato finanzia il trasporto su gomma”.

POTENZA – “Una risposta parziale ed inadeguata alle nostre esigenze. Noi stiamo lavorando, laddove possibile, per togliere i mezzi dalle strade e favorire il traffico ferroviario e lo Stato continua a finanziare il trasporto su gomma. Questo paradosso deve finire”.

Così l’assessore alle Infrastrutture e trasporti della Regione Basilicata, Aldo Berlinguer, circa l’istituzione dei cosiddetti link all’alta velocità, ovvero servizi ferroviari su gomma che collegano i centri lucani alla linea che da Salerno muove verso nord. Una soluzione percepita come non calzante alle esigenze di mobilità regionali.

“Sono servizi che abbiamo già istituito noi – dichiara Berlinguer – e che possono, sebbene integrati e potenziati, rappresentare una risposta solo parziale e insufficiente alle esigenze di mobilità dei lucani”.

Secondo dati del dipartimento regionale Infrastrutture e trasporti la domanda di mobilità interregionale sarebbe cospicua se si contano i passeggeri delle regioni vicine diretti a Roma e oltre.

“Il caso – si legge in una nota – vuole, infatti, che il materiale rotabile che giunge a Salerno sul tracciato alta velocità, venga ricoverato nottetempo nella stessa cittadina campana per ripartire la mattina dopo verso Roma. Non si capisce perché non si preferisca quindi estendere quel servizio verso Taranto e consentire agli stessi treni di tornare a Salerno, al mattino, in orario utile per ripartire verso nord. Abbiamo chiesto di istituire questo servizio – ha aggiunto l’assessore Berlinguer – senza ricevere risposta alcuna. Eppure tecnicamente si può fare, perché ci si ostina a non farlo?”.

Ma la nota del dipartimento regionale si sofferma anche sulle condizioni della viabilità lucana definita come “già abbastanza deteriorata e usurata”. Gli autobus si vanno dunque ad aggiungere, appesantendolo, a un sistema di circolazione su gomma non ottimale aumentando così, tra le altre disfunzioni, il rischio incidenti “che in Basilicata – sostiene il dipartimento – contrariamente a quanto avviene su scala nazionale, sono in crescita proprio per lo stato penoso dell’infrastruttura viaria”.

“Infine –conclude Berlinguer – ulteriori bus a combustione fossile comportano un impatto ambientale aggiuntivo. E questa Regione ha già dato”.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Fico: “Giovani credano nella politica, lavoreremo per questo” [VIDEO]

Il presidente della Camera dei Deputati a Santa Maria del Cedro per ricevere la cittadinanza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright