Home / CRONACA / Omicidio Vommaro, Garritano parzialmente incapace di intendere

Omicidio Vommaro, Garritano parzialmente incapace di intendere


Secondo il perito, Franco Garritano non era pienamente capace di intendere e volere quando ha ucciso la compagna, Maria Vommaro. Il 4 luglio la sentenza del rito abbreviato.

PAOLA – L’omicidio di Maria Vommaro potrebbe essere stato dettato da un disturbo della personalità del suo compagno. Franco Garritano era parzialmente incapace di intendere al momento dell’omicidio.

È stato il perito del Giudice per le indagini preliminari a riferirlo ieri in aula nel corso dell’udienza a carico del 60enne. Il consulente quindi conferma il responso della perizia fatta effettuare dalla difesa dell’imputato, rappresentata dagli avvocati Francesco Sapone e Libero Borsani del foro di Paola.

Dinanzi al Gip Giulio De Gregorio si è tenuto il penultimo atto del caso di Fiumefreddo Bruzio. La sentenza per rito abbreviato è prevista per il 4 luglio. L’uomo detenuto da circa un anno e mezzo nella casa circondariale di Paola è stato arrestato dopo trenta giorni di latitanza. Per un mese si sarebbe cibato di bacche e prodotti del bosco dormendo in luoghi di fortuna. A scovarlo nelle montagne del piccolo centro del Tirreno cosentino i carabinieri della stazione agli ordini del comandante Domenico Lio.

Franco Garritano ha subito confessato sostenendo però la tesi dell’accidentalità e riferendo che la compagna sarebbe deceduta dopo una rovinosa caduta delle scale a seguito di una spinta. Avrebbe quindi battuto la testa e sarebbe perita sul colpo. Il suo sarebbe stato un gesto dettato da un momento di particolare tensione nel corso del quale avrebbe perso il raziocinio. Poi l’occultamento del cadavere e la fuga.

Il sostituto procuratore Maria Camodeca aveva anche ipotizzato l’aiuto esterno di un uomo di Fiumefreddo, la cui posizione è stata separata e giudicata dal Gip il quale ha disposto il non luogo a procedere. Si tratta di un dipendete della stessa procura di Paola indagato per favoreggiamento e difeso dall’avvocato Nicola Carratelli. Il legale ha però dimostrato come lo stesso fosse estraneo ai fatti contestati.


About Francesco Maria Storino

Attualmente collaboratore della Gazzetta del Sud ha lavorato per La Provincia, Comunità 2000, Edizioni master, Il Quotidiano della Calabria e Corriere dello Sport. Cura particolarmente la cronaca giudiziaria.

Check Also

Fico: “Giovani credano nella politica, lavoreremo per questo” [VIDEO]

Il presidente della Camera dei Deputati a Santa Maria del Cedro per ricevere la cittadinanza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright