Home / COMUNICATI STAMPA / San Nicola Arcella, sequestrato lido

San Nicola Arcella, sequestrato lido


Occupazione abusiva di suolo demaniale: sequestrato lido dalla guardia costiera a San Nicola Arcella in località Arcomagno.

SAN NICOLA ARCELLA – Un lido di San Nicola Arcella è stato sequestrato ieri dalla guardia costiera di Maratea per occupazione abusiva di circa mille metri quadrati di demanio marittimo.

Secondo quanto riferito il titolare della struttura turistica sita in località Arcomagno avrebbe realizzato alcune opere su suolo demaniale senza il permesso a costruire del Comune di San Nicola Arcella. Si tratterebbe di un chiosco – bar, due piscine, patio, zona ombra e giochi per bambini, docce e servizi igienici.

Inoltre, nell’immediata adiacenza della struttura è stata riscontrata una ulteriore occupazione abusiva di area senza autorizzazione o concessione demaniale. Lo spazio – informa la guardia costiera – sarebbe stato utilizzato come deposito attrezzature da lavoro e servizi igienici.

Gli approfondimenti investigativi e il sequestro sono stati eseguiti da personale dell’ufficio circondariale marittimo di Maratea nell’ambito dell’operazione Mare Sicuro 2016, coordinata dalla capitaneria di porto di Vibo Valentia Marina e su disposizione della direzione marittima della Calabria e della Basilicata Tirrenica.

“Il monitoraggio sul corretto uso del demanio marittimo – si legge in una nota – da parte della guardia costiera di Maratea continuerà senza sosta a garanzia della legalità su tutto il litorale di competenza”.

Particolare del lido sequestrato dalla guardia costiera
Particolare del lido sequestrato dalla guardia costiera

About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Fico: “Giovani credano nella politica, lavoreremo per questo” [VIDEO]

Il presidente della Camera dei Deputati a Santa Maria del Cedro per ricevere la cittadinanza …

2 comments

  1. Altro che sequestro….ruspa….certa gente con la scusa delle concessioni demaniali si sono impossessate della spiaggia

  2. A ma risulta che il lido in questione ha continuato ad esercitare e tutt’ora esercita l’attività indisturbatamente trattando la spiaggia come se fosse proprietà privata di sua esclusiva competenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright