Home / IN PRIMO PIANO / Paola, Bollette pazze: commissione scorpora somme non dovute

Paola, Bollette pazze: commissione scorpora somme non dovute


Tributi per circa 80mila euro non erano esigibili. La commissione liquidatrice per il Comune di Paola provvede a discaricare le somme.

PAOLA – Bollette pazze a Paola, molti tributi erano inesigibili.

La commissione liquidatrice ha infatti provveduto nei giorni scorsi al discarico di somme non dovute dai cittadini e relative ai tributi dal 2007 al 2009. In particolare per quanto riguarda il servizio idrico del 2009 si è dovuti procedere ad annullamento di importi (o parte di essi) relativi alle cartelle esattoriali del servizio idrico integrato per un totale di 36mila 172 euro.

I contribuenti hanno in pratica dimostrato di aver pagato. La commissione aveva infatti deciso di sperimentare il servizio di riscossione mediante ingiunzioni fiscali fatte recapitare nelle case dei cittadini.

Sempre per l’acqua la commissione, inoltre, con altra deliberazione in riferimento agli anni 2007 e 2008, aveva inviato altre ingiunzioni fiscali anch’esse non esigibili per motivi vari (pagamenti già effettuati o altro). L’importo non incassato è in totale di 42mila 351 euro. Quindi, circa 80mila euro in meno nelle casse comunali.


About Francesco Maria Storino

Attualmente collaboratore della Gazzetta del Sud ha lavorato per La Provincia, Comunità 2000, Edizioni master, Il Quotidiano della Calabria e Corriere dello Sport. Cura particolarmente la cronaca giudiziaria.

Check Also

Fico: “Giovani credano nella politica, lavoreremo per questo” [VIDEO]

Il presidente della Camera dei Deputati a Santa Maria del Cedro per ricevere la cittadinanza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright