Home / COMUNICATI STAMPA / Territorio e politica, Vetere: “Oliverio, è ora di cambiare”

Territorio e politica, Vetere: “Oliverio, è ora di cambiare”


Lettera del sindaco di Santa Maria del Cedro Ugo Vetere al presidente della Regione Calabria Mario Oliverio. “Via i tecnici, spazio ai politici”.

SANTA MARIA DEL CEDRO – “Caro presidente è ora di cambiare. Da uomo di sinistra e delle istituzioni sento l’esigenza di chiederti un cambio di marcia nell’agire amministrativo dell’ente regione”.

Parole indirizzate al presidente della Regione Calabria, Mario Gerardo Oliverio, dal sindaco di Santa Maria del Cedro, Ugo Vetere, in una lettera.

“Non discuto le tue qualità – prosegue il primo cittadino – dimostrate anche in questo scorcio di gestione amministrativa in regione, ma penso che sia necessario ridare un ruolo apicale alla politica e ai politici.

Dagli atti messi in campo ritengo ottimo il lavoro svolto dall’assessore Roccisano e dai consiglieri Aieta e D’Acri che penso meriterebbero un incarico da assessori per il lavoro fatto, per la collaborazione prestata a noi sindaci e per la presenza sul territorio.

Dico basta ai tecnici che rimangono tali. Dico che è il tempo di mandare via dirigenti che poco o nulla comprendono dell’agire amministrativo (vedi questione sanità, Aro rifiuti, depurazione).

È il tempo di investire in opportunità che diano crescita ed occupazione a tanti giovani, padri di famiglia, donne senza lavoro. Solo così la gente capirà. Altrimenti sarà il buio e tante altre Raggi o Appendino imperverseranno anche nella nostra amata Calabria.

Un appello lo rivolgo al Partito democratico. A noi non interessano le vostre lotte intestine.
Date ruoli e meriti a chi dimostra giorno dopo giorno di essere un valido amministratore e non a gente che nulla ha mai dimostrato”.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Scalea Europea: “Il consiglio comunale deve dimettersi”

Questa la posizione del gruppo dopo l’arresto del sindaco Licursi nell’operazione Ghost work. “Hanno invece …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright