Home / COMUNICATI STAMPA / Diamante, tagli nel parco: due indagati

Diamante, tagli nel parco: due indagati


Avvisi di garanzia per tecnico comunale di Diamante e titolare di una ditta boschiva. La Procura chiude l’indagine sui tagli nel parco La Valva partita da denunce di associazioni e privati.

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

DIAMANTE – Il titolare di una ditta boschiva e un tecnico del Comune di Diamante sono stati raggiunti da avvisi di garanzia emessi dalla Procura della Repubblica di Paola per la nota vicenda delle capitozzature degli alberi del Parco La Valva lungo il torrente Corvino.

A renderlo noto è il settore Ambiente della Provincia di Cosenza che parla di “disboscamento dissennato alveo del torrente Corvino in agro di Diamante”. Nei giorni scorsi, dunque, la polizia provinciale ha notificato gli avvisi ai due indagati dopo aver espletato un’informativa su delega del PM Teresa Valeria Grieco.

La procura paolana ha chiuso le indagini preliminari “in relazione al procedimento penale aperto per i reati di potatura, capitozzatura e taglio raso di alberi siti all’interno dell’alveo del torrente Corvino, area demaniale sottoposta a vincolo paesaggistico ambientale”.

Secondo quanto riferito dalla provincia le indagini sarebbero partite a seguito della denuncia di un’associazione di Diamante. La polizia provinciale avrebbe accertato che “il taglio è stato eseguito in assenza di concessione demaniale, nulla osta idraulico e autorizzazione paesaggistica”.

In un secondo momento e per motivi analoghi, ha fatto seguito una seconda denuncia presentata dalla società che, all’interno del parco, gestisce un centro sportivo.

“L’intera operazione di polizia giudiziaria – informa ancora la Provincia di Cosenza – è stata coordinata dal sostituto commissario Maria Antonietta Pignataro, dal comandante Giovanni De Rose e dal funzionario Gianluca Morrone ausiliario di PG ed è stata possibile grazie alla tenacia del PM Grieco e alla grande sensibilità in materia ambientale del capo della procura di Paola, Bruno Giordano. Decisiva la professionalità del corpo di polizia provinciale di Cosenza, del quale non a caso la procura paolana si avvale sempre di più, la cui attività di prevenzione e repressione dei reati ambientali è fra le più intense e decise dell’intera regione”.


La polizia provinciale parla di “disboscamento dissennato alveo del torrente Corvino in agro di Diamante”.
La polizia provinciale parla di “disboscamento dissennato alveo del torrente Corvino in agro di Diamante”.

About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Scalea, aggredisce carabinieri: turista milanese rispedito a casa

Reazione scomposta di un 24 enne a un controllo notturno dell’Arma sul lungomare della cittadina …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright