Home / IN PRIMO PIANO / Santa Maria del Cedro, differenziata: è guerra agli incivili

Santa Maria del Cedro, differenziata: è guerra agli incivili


Il sindaco Vetere ai villeggianti: “Se non vi piacciono le nostre regole cambiate aria”. Caos nella zona mare per il mancato rispetto della differenziata.

SANTA MARIA DEL CEDRO – Il sindaco di Santa Maria del Cedro Ugo Vetere non usa mezzi termini: “Se non vi piacciono le nostre regole potete cambiare aria. Nessuno vi obbliga a scegliere il nostro paese per le vostre vacanze”.

Il messaggio è rivolto ancora una volta a tutti i villeggianti incivili che proprio non vogliono adeguarsi e rispettare le regole per il conferimento dei rifiuti stabilite dal Comune per la raccolta differenziata.

“Purtroppo – commenta Vetere attraverso il suo profilo facebook – devo constatare che una minoranza dei turisti che in questo periodo dell’anno vivono nella nostra comunità non hanno a cuore il paese che li ospita. Non siete in esilio, nessuno vi obbliga a scegliere Santa Maria del Cedro per le vostre vacanze. Questo è il nostro paese, siamo ben felici di ospitarvi, ma se non vi stanno bene le nostre regole potete anche cambiare aria o tornarvene a casa vostra”.

A far arrabbiare il sindaco questa volta non è solo il mancato rispetto della differenziata ma un episodio di aggressione verbale subita ieri, domenica 24 luglio, da alcuni operatori ecologici del comune, minacciati mentre svolgevano il loro lavoro da alcuni vacanzieri all’interno di un noto villaggio della zona mare.

Non vi temiamo – dice Vetere – , il nostro paese è contrario a qualsiasi forma di intimidazione, ripudia atteggiamenti e comportamenti da guappi di bassa lega che si atteggiano a camorristi. Santa Maria del Cedro è fatta di gente perbene, onesta e laboriosa, non permettiamo a nessuno di venire a casa nostra e fare il malandrino”.

Ennesimo monito anche ai gestori dei parchi e condomini che a quanto pare non hanno ancora dotato le aree private di appositi contenitori per il conferimento della differenziata. “Ovviamente non tutti – dice ancora Vetere – ma in molti se ne infischiano, sono loro che per primi dovrebbero far rispettare i giorni e gli orari di conferimento. Notiamo da parte di alcuni amministratori avversione al nostro sistema. Voglio ribadire ancora una volta che i contenitori devono essere posizionati all’interno dei parchi o dei condomini e non su suolo pubblico. In molti casi, le aree private dove dovevano essere montati i contenitori sono state destinate ad altri usi, soprattutto per parcheggi. Tutto questo non sarà più consentito. Nei prossimi giorni gli uffici competenti adotteranno i dovuti provvedimenti nei confronti di chi non rispetta quanto dovuto, avendo già appurato ed accertato attraverso documentazione fotografica gli illeciti commessi”.


About Pierina Ferraguto

Giornalista pubblicista dal 2013. Laureata in Filosofia e scienze della comunicazione e della conoscenza all'Università della Calabria. Dal 2006 al 2008 lavora come stagista nella redazione di Legnano de Il Giorno. In Calabria lavora con testate regionali di carta stampata e televisive.

Check Also

Belvedere Marittimo, droga e armi: 2 arrestati

In un casolare di Sant’Andrea cocaina, marijuana, un fucile e munizioni. In manette un pregiudicato …

One comment

  1. Caro Sig. Sindaco sono contento che si facciano rispettare le regole, continui pure così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright