Home / COMUNICATI STAMPA / Tortora, scatta Zafarana fest 2016

Tortora, scatta Zafarana fest 2016


Ottava edizione per il festival dedicato alla zafarana, ortaggio tipico tortorese. Dal 7 al 9 ottobre 2016 gastronomia e promozione territoriale nel centro storico di Tortora.


TORTORA – È in programma da venerdì 7 a domenica 8 ottobre 2016, nel centro storico di Tortora, il Zafarana fest, organizzato dall’associazione Zafarana di Tortora con la direzione artistica di Biagio Accardi per Cattivo teatro.

L’iniziativa radicata sull’Alto Tirreno cosentino come appuntamento costante nel mese di ottobre è dedicata alla Zafarana, vocabolo dialettale che indica il peperone rosso. Ai molteplici usi gastronomici, alle proprietà nutrizionali e ai possibili risvolti economici della coltivazione e promozione della zafarana è dedicata la consueta tre giorni nel borgo antico.

L’ortaggio tipico della cultura tortorese, nelle intenzioni degli organizzatori, funge da traino per la promozione turistica del territorio locale anche attraverso l’organizzazione di convegni.

“L’evento – spiegano dall’associazione Zafarana di Tortora – nasce all’insegna della riscoperta degli antichi sapori tortoresi a base di zafarana: il peperone rosso dolce, così chiamato nel gergo dialettale, un ortaggio che a Tortora è stato coltivato a partire dal XVI secolo ed è presente sulle nostre tavole in forme diverse, sia fresco che in polvere secca. Il festival si svolge nel suggestivo borgo di origine medievale di Tortora. Le tre sere dedicate alle degustazioni sono infarcite da canti, balli tradizionali e altre espressioni artistiche affiancate agli immancabili stands espositivi di prodotti dell’artigianato locale”.

Questo, nel dettaglio, il programma dell’ottava edizione del Zafarana Fest.

Venerdì 7 ottobre

-17,30 A convito con Dante, con Maria Pia Papaleo
-18,00 Apertura stand
-Enzo Ruffolo (cantastorie)
-Pakiù (folk cantautorale)
-19,00 Workshop di tamburello moderno a cura di Antonio Petitto
-20,30 “Cadute” performance teatrale con Donato Laborante (Poeta)
-21,30 U Massaro

Sabato 8 ottobre

– 9,30 Laboratorio di danza tradizionale calabrese a cura di Emy Vaccary
– 10,30 Laboratorio di panificazione a cura della cooperativa “Terra e Libertà”
– 15,30 “Cadute” performance teatrale con Donato Laborante (Poeta)
– 16,00 Convegno
– Enzo Ruffolo (cantastorie) Pakiù (Folk) Angelo Le Rose (zampogne e organetto)
– 17,30 Laboratorio di danza tradizionale calabrese a cura di Emy Vaccari
– 21,30 Le Capere (musica e canti tradizionali del sud). I Giamberiani (musica tradizionale calabrese)

Domenica 9 ottobre

– 8,30 Escursione
– 11,30 Laboratorio di danza tradizionale calabrese con Emy Vaccari
– 13,30 Pranzo condiviso con musici della tradizione calabra
– 19,30 Spettacolo di “sand art” a cura della compagnia Teatrop di Lamezia terme “Il pifferaio magico”
– 20,00 Presentazione libro “Universi Di versi Diversi” di Maria Cristina Orga (Filastrocche, poesie, nonsese, storie in versi)
– 20,30 Spettacolo di giocoleria a cura della compagnia Fuoco&Clownerie
– 21,30 Enzo Ruffolo, Pakiù, Francesco Gemelli “sax &loop”, Domenico Schiariti (percussionista) Shabd’ Exspress (Tribal be-bop/acoustic trance music)

Durante le tre giornate performance di street art (murales) con Peter Barone e Roberto Fiorito.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Scalea, registrato un nuovo incremento dei casi attivi Covid-19

+20 nuovi positivi nelle ultime 24 ore a fronte di sole 7 guarigioni. Il totale …