Home / CRONACA / Paola, Ferrari in tribunale per il depuratore

Paola, Ferrari in tribunale per il depuratore


Udienze svolte ed in programma per il sindaco di Paola, Basilio Ferrari, imputato per mancata esibizione di certificato nell’affidamento del depuratore cittadino.

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

PAOLA – Prima udienza davanti al giudice monocratico per il sindaco di Paola Basilio Ferrari accusato della mancata esibizioni di alcune documentazioni relative al depuratore.

In poche parole, non sarebbe stato ottemperato l’articolo 26 del decreto legislativo 81/08 sugli obblighi connessi ai contratti di appalto. Il nocciolo del problema è il certificato di collaudo della Lao Pools, la società che ha in gestione il servizio idrico integrato e di depurazione.

Inizialmente, in sede di indagini preliminari, veniva contestato al primo cittadino la mancata ottemperanza ad alcune prescrizioni. A seguito della presentazione di alcune memorie difensive del legale Emilio Perfetti il PM ha poi cancellato l’imputazione.

È sempre a “causa” del depuratore che il primo cittadino, il 12 ottobre, andrà in aula dinanzi al giudice per le udienze preliminari assieme all’ex dirigente dell’ufficio tecnico comunale, Graziella Marra, e al responsabile di Lao Pools Marcelo Forte.


About Francesco Maria Storino

Attualmente collaboratore della Gazzetta del Sud ha lavorato per La Provincia, Comunità 2000, Edizioni master, Il Quotidiano della Calabria e Corriere dello Sport. Cura particolarmente la cronaca giudiziaria.

Check Also

Coronavirus Calabria: frenano i contagi (+8), controlli per il periodo pasquale

Molti sindaci delle località turistiche della Riviera dei Cedri avvertono: zero tolleranza per i proprietari …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright