Home / COMUNICATI STAMPA / Cultura, 30 borse di studio per studiare musica con Mogol

Cultura, 30 borse di studio per studiare musica con Mogol


La Giunta della Regione Basilicata ha approvato l’avviso pubblico per Residenze musicali: 30 lucani, tra i 18 e i 35 anni, potranno perfezionarsi presso il Cet di Mogol.

green multiservice disinfezione

POTENZA – Saranno trenta i giovani artisti lucani, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, che potranno partecipare, con borse di studio individuali, ai corsi di perfezionamento musicale per interpreti, autori di testo e compositori del Centro europeo di Toscolano diretto da Mogol.

Lo rende noto l’ufficio stampa della Regione Basilicata.

La giunta regionale ha approvato l’avviso pubblico relativo al progetto Residenze musicali redatto dall’ufficio Sistemi culturali e turistici, cooperazione internazionale, per un costo complessivo pari a 90mila euro.

L’iniziativa Residenze musicali riveste carattere di notevole valenza formativa e sociale, in quanto annette al trasferimento di insegnamenti fondamentali della musica l’opportunità di crescita e di socializzazione delle giovani generazioni.

La competenza e la professionalità dei docenti impegnati nei corsi di perfezionamento e la validità dell’offerta formativa proposta dal Cet è già stata sperimentata in edizioni precedenti coinvolgendo un numero considerevole di giovani artisti lucani per ciascuna edizione, tra i quali anche l’interprete Arisa.

Sono di alta levatura professionale ed artistica i docenti impegnati nei corsi di perfezionamento. Tra questi: Mogol, Mario Lavezzi, Oscar Prudente, Alfredo Rapetti, Giuseppe Anastasi, Giuseppe Barberi, Carla Quadraccia, David Poggiolini, Massimo Bombino, Maurizio Bernacchia. Tra gli operatori della discografia e autori noti: Biagio Antonacci, Gianni Bella, Paolo Belli, Riccardo Cocciante, Raf, Ornella Vanoni, Luca Barbarossa, Edoardo Bennato, Nicolò Fabi, Umberto Tozzi, Celso Valli, Fio Canotti.

La formazione, il perfezionamento e il successivo stabile inserimento nel mondo del lavoro dei giovani inoccupati e disoccupati residenti nel territorio della Basilicata nel settore delle arti visive, musicali e di interpretazione mira a sviluppare il capitale umano dei giovani inoccupati e disoccupati. Sono questi gli scopi del Patto con i giovani: un investimento per il futuro della Basilicata da cui prende le mosse il progetto.

Durante i corsi di perfezionamento saranno utilizzate tutte le strutture e attrezzature tecniche, musicali e sportive presenti presso al sede operativa del Centro europeo di Toscolano. La collocazione dei beneficiari della borsa di studio nelle diverse categorie avverrà su indicazione dei selezionatori dei candidati. Le borse di studio non sono cumulabili con altre borse di studio o premi in danaro a qualsiasi titolo conferite nell’anno 2016 con il contributo della Regione Basilicata.

Saranno ammessi alla procedura di selezione i soggetti in possesso dei seguenti requisiti: età compresa tra i 18 e i 35 anni; cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea; residenza, da almeno sei mesi, in uno dei Comuni della Basilicata; possesso del diploma di scuola media superiore o titolo equipollente, conseguito anche all’estero. I requisiti dovranno essere posseduti alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande. La candidatura dovrà essere inviata via mail entro trenta giorni dalla pubblicazione dell’Avviso Pubblico, sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata. Lo stesso sarà anche pubblicato sul portale della Regione Basilicata.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Scalea, tutti negativi i tamponi dei dipendenti comunali

L’annuncio del sindaco Giacomo Perrotta fa tirare un sospiro di sollievo dopo il timore per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright