Home / COMUNI / ACQUAPPESA / Acquappesa, edilizia abusiva: reati prescritti

Acquappesa, edilizia abusiva: reati prescritti


Non procedibilità per prescrizione dei reati contestati a quattro persone accusate di opere edilizie abusive sul lungomare di Acquappesa.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

ACQUAPPESA – Secondo l’assunto accusatorio quelle opere edilizie furono realizzate in area sottoposta a vincolo paesaggistico-ambientale e sismico, ma non c’è nessun colpevole.

Per quattro imputati, tra cui l’ex assessore della comunità montana di Paola Antonella Alvaro, il collegio del tribunale di Paola ha dichiarato di non doversi procedere in ordine ai reati a loro ascritti perché estinti per prescrizione.

Oltre che per la Alvaro la prescrizione è giunta per Ada Andreoli, Alfredo Alvaro e Marina Alvaro. Mentre il collegio ha assolto con formula piena il comandante dei vigili urbani di Acquappesa, Angelo Maritato, perché il fatto non sussiste.

Maritato era accusato di aver omesso, rifiutato di notificare ed eseguire il decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip del tribunale di Paola. E inoltre per aver dato false informazioni alla autorità giudiziaria in merito all’evacuazione negli anni precedenti, a causa dei marosi, dell’appartamento in questione ubicato sul lungomare di Acquappesa.


About Francesco Maria Storino

Attualmente collaboratore della Gazzetta del Sud ha lavorato per La Provincia, Comunità 2000, Edizioni master, Il Quotidiano della Calabria e Corriere dello Sport. Cura particolarmente la cronaca giudiziaria.

Check Also

Tortora, torna il bollettino Covid: sono 130 i cittadini positivi

L’ultimo aggiornamento risaliva allo scorso 7 gennaio quando i casi attivi erano più di 200. …