Home / COMUNI / AMANTEA / Amantea, richiesto rinvio a giudizio per il padre del sindaco

Amantea, richiesto rinvio a giudizio per il padre del sindaco


Richiesto il rinvio a giudizio di Giuseppe Sabatino, padre di Monica, sindaco di Amantea. Entrambi erano accusati di voto di scambio nelle elezioni comunali del 2014.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

AMANTEA – Richiesta di archiviazione per il sindaco di Amantea, Monica Sabatino.

La Procura della Repubblica di Paola, vagliate le memorie difensive presentate dall’avvocato Nicola Carratelli, ha deciso di richiedere al giudice per le indagini preliminari il rinvio a giudizio soltanto per il padre del primo cittadino Giuseppe Sabatino.

Dovrebbe pertanto uscire di scena dal procedimento il massimo rappresentante del comune. Nei giorni scorsi il sindaco si è anche recato in procura chiedendo di essere sentito dal magistrato titolare del fascicolo d’indagine, il PM Anna Chiara Fasano.

La notifica di chiusura indagini è stata inviata circa un mese fa ed è relativa al caso del concorso dei vigili urbani. Le accuse contestate ai due, padre e figlia, ricordiamo che erano quelle di voto di scambio in concorso.

Rimangono quindi in piedi le accuse solo nei confronti di Sabatino senior, sulla base degli articoli 56, 610 e 61/2 del codice penale. L’ex ragioniere del comune avrebbe minacciato un vigile urbano “compiendo atti idonei al fine di coartare la sua libertà di autodeterminazione, paventando la perdita dell’opportunità di stabilizzazione lavorativa”.

Avrebbe quindi fatto pressioni sugli agenti di polizia municipale in attesa di stabilizzazione, limitandone la capacità discrezionale, affinché recassero vantaggio alla lista “Rosa arcobaleno”.

Tutto questo coinvolgendo indirettamente la figlia. “Ho saputo che tieni amici e compari che si presentano nell’altra lista. Vedi quello che devi fare…”. Queste le parole che sarebbero state rivolte a un vigile urbano precario dal ragioniere Giuseppe Sabatino e che hanno indotto pertanto la procura ad avviare l’indagine.

Il fatto sarebbe accaduto pochi giorni prima delle elezioni del 25 maggio 2014 per il rinnovo del consiglio comunale che ha portato poi all’elezione dell’attuale sindaco Monica Sabatino.


About Francesco Maria Storino

Attualmente collaboratore della Gazzetta del Sud ha lavorato per La Provincia, Comunità 2000, Edizioni master, Il Quotidiano della Calabria e Corriere dello Sport. Cura particolarmente la cronaca giudiziaria.

Check Also

Tragedia in Sila, muore direttore impianti di risalita di Lorica

L’ingegnere di Ferrovie della Calabria Alessandro Marcelli vittima di un incidente durante le verifiche tecniche …

One comment

  1. Questa è una piaga che coinvolge tutti i comuni del sud basta guardare il comportamento delle amministrazioni a partire dall’ultimo anno escono soldi per far lavorare tutti si riparano strade si concedono piccoli lavori di di modifiche alle abitazioni ecc. ecc. cosa che in altri periodi non esistono con il beneplacito di tutti gli organi competenti atte al controllo.