Home / IN PRIMO PIANO / Paola al voto, centrodestra in stand – by

Paola al voto, centrodestra in stand – by


Pri e Udc si prendono una pausa nelle decisioni sulla candidatura a sindaco nel centrodestra. I repubblicani rimetteranno tutto in discussione?

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

PAOLA – Udc e Pri si prendono una pausa.

È il momento della riflessione. Ma non è un mistero che i due partiti avvertano l’esigenza di un candidato a sindaco alternativo. Nessuna bocciatura a Ferrari né tantomeno dichiarazioni ufficiali. Le indiscrezioni da circa due settimane nei corridoi del Sant’Agostino però si susseguono.

La decisione del coordinatore del gruppo de I Moderati, Sergio Stancato, di staccarsi per far tornare all’autonomia decisionale il suo partito, il Pri, può avere chiavi di lettura diverse. Da un lato il Pri potrebbe avere l’esigenza di avere un candidato espressione della gente, e dal punto di vista dei repubblicani un’espressione quindi la più popolare possibile, dall’altro invece si starebbero mischiando le carte in vista dell’appuntamento per “confondere” gli avversari. La seconda però è una tesi più ardita.

Non si riesce a comprendere, in altro modo, l’indecisione nel sostenere quello che ad oggi è l’unico candidato a sindaco del centrodestra, Basilio Ferrari. Un candidato votato e condiviso da cinque liste nel 2012 ma che oggi non è detto sia l’unico del panorama politico al quale si rifà la destra cittadina.

Non è un caso che qualcuno in Forza Italia aveva pensato a un uomo di superamento. Un’esigenza che era stata avvertita innanzitutto da Il coraggio di cambiare l’Italia, corrente di Fi, poi da Grande Paola e adesso, a quanto pare, anche dagli altri due partiti di maggioranza.

Rimescolerà le carte la maggioranza cittadina o si tratta di un bel bluff? I mal di pancia comunque ci sono. E non è nemmeno un mistero che provengano dalle prossime tre nomine nell’Ufficio tecnico del Comune di Paola anche se anche i contrariati si guardano bene dal contestarle.

La maggioranza che ha viaggiato sinora tutt’altro che a vele spiegate. I primi “intoppi” sul suo cammino sono stati Francesco Aloia e Maria Antonietta Maiorano. Entrambi oggi sono vicini al centrosinistra. Due spine nel fianco di quella coalizione consiliare che ha subito non pochi imbarazzi. Anche a causa, in alcuni frangenti, dell’indecisione di Fabio Buono (Udc).

La squadra esecutiva sebbene ve ne fossero le “esigenze” non è quasi mai cambiata. L’unico avvicendamento nell’esecutivo ha riguardato l’Udc. Al posto di Massimo Focetola è entrato Marco Cupello che ha assunto anche al ruolo di commissario del partito. Nonostante l’avvicendamento che ha allontanato l’ex membro dell’esecutivo dal centrodestra non è nemmeno sicuro l’apporto del partito. Sino alle prossime elezioni non sono esclusi passi indietro clamorosi né tanto meno fughe in avanti.


About Francesco Maria Storino

Attualmente collaboratore della Gazzetta del Sud ha lavorato per La Provincia, Comunità 2000, Edizioni master, Il Quotidiano della Calabria e Corriere dello Sport. Cura particolarmente la cronaca giudiziaria.

Check Also

praia elezioni

Elezioni comunali Praia a Mare, #Puntoeacapo: terzo comizio in località Laccata

“Non c’è incontro senza ascolto. Abbiamo parlato con i cittadini prima di fare il programma”, …