Home / IN PRIMO PIANO / Da poliziotto a prete, la storia di Ernesto Piraino

Da poliziotto a prete, la storia di Ernesto Piraino


37enne poliziotto di San Marco Argentano sarà ordinato sacerdote il prossimo 11 febbraio. Oggi è diacono ed ispettore di polizia. “Seguirò i progetti che Dio ha per me”.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

SAN MARCO ARGENTANO – Ieri, lunedì 21 novembre, il vescovo della diocesi San Marco Argentano – Scalea, monsignor Leonardo Bonanno, ha ordinato diacono un 37enne del posto, Ernesto Piraino.

Fin qui nulla di eccezionale. Ma va aggiunto che il prossimo 11 febbraio Ernesto sarà ordinato sacerdote. Anche qui non si è nell’ambito dell’eccezionale.

Ciò che in realtà rende interessante la vicenda di Ernesto è il suo passato. Come riferiscono alcune persone a lui vicine, a 19 anni e con un diploma in tasca ha lasciato la sua città ed è emigrato in Germania, in cerca di lavoro e fortuna. Qui ha lavorato in un locale a Stoccarda, ma l’esperienza d’oltralpe è durata appena un anno.

Torna in Italia e si stabilisce a Bergamo sempre per motivi di lavoro. Ma, intanto, partecipa e vince un concorso in polizia. È il 1999 quando indossa la divisa e parte un nuovo peregrinare. Campobasso, Reggio Calabria e poi in Sicilia: Gela e Messina.

“Nel 2006 – racconta oggi don Ernesto – mentre ero impegnato in una parrocchia di Scilla quale educatore del settore giovanissimi e giovani si verificò una svolta decisiva nel mio cammino di fede, l’inizio dell’Adorazione Eucaristica perpetua. Davanti a Gesù, giorno dopo giorno, cresceva in me il desiderio di donarmi a Lui nel sacerdozio, ma l’assoluta discrezione della mia guida spirituale di allora, fece sì che il seme maturasse nel tempo.

Nel 2007 ho deciso di lasciare gli studi di giurisprudenza che non mi appassionavano affatto e di iscrivermi alla facoltà di teologia presso l’istituto San Tommaso di Messina. Nel 2010 ho messo nelle mani del mio padre spirituale il desiderio di entrare in seminario, e nel 2011 ho iniziato il mio primo anno di formazione. Nello stesso anno ho vinto il concorso di sovrintendente della polizia”.

Poi il Baccalaureato in Teologia e, nel 2014, la specializzazione in Bioetica e sessuologia.

“In quell’anno – aggiunge il futuro prete – il vescovo di Reggio Calabria mi presentò l’opportunità di iscrivermi ad un dottorato di ricerca presso la facoltà teologica dell’Italia Meridionale di Napoli, grazie al quale ottenni un tempo prolungato di aspettativa dal lavoro. E poi, nel 2015 sono tornato nella mia diocesi di origine”.

Eppure la chiamata del Signore non ha tolto spazio al lavoro di poliziotto. Visto che, quest’anno, Ernesto ha vinto un concorso di ispettore della Polizia di Stato.

“Il dono che mi ha raggiunto è indescrivibile – conclude – proprio perché è dono di Dio. C’era una vita già piena con una carriera lavorativa interessante e una vita affettiva bella e significativa, ma il Signore evidentemente aveva altri progetti”.

“Ti facciamo i nostri auguri per il concorso – ha detto Monsignor Bonanno nell’omelia della celebrazione – ma da oggi non servirà più”.

Un momento dell'ordinazione diaconale di Ernesto Piraiono
Un momento dell’ordinazione diaconale di Ernesto Piraino

About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

maggio letterario scalea

Maggio Letterario Scalea, Giuseppe Smorto a Villa Giordanelli per il Sud positivo

Domenica 29 maggio 2022 il libro “A sud del Sud”. Eclectica: “Fa più rumore un …