Home / CRONACA / Finanza scopre parrucchiere abusivo sull’Alto Tirreno cosentino

Finanza scopre parrucchiere abusivo sull’Alto Tirreno cosentino


Scoperto dalla guardia di finanza salone di parrucchiere abusivo in un comune della Riviera dei Cedri. Il responsabile segnalato rischia 15mila euro di multa.


SCALEA – La guardia di finanza ha scoperto sanzionato e segnalato alle autorità comunali un parrucchiere che operava abusivamente sull’Alto Tirreno cosentino

Le fiamme gialle non hanno però voluto specificare quale fosse il comune in cui nelle ore scorse hanno scoperto un salone di parrucchiere in nero gestito da una persona del posto che esercitava senza partita Iva, autorizzazioni amministrative comunali e igienico – sanitarie.

Al momento dell’intervento dei finanzieri, nei locali adibiti all’attività illecita munita di attrezzatura professionale, erano presenti anche altre persone sospettate di essere clienti.

elezioni regione calabria 2021

Secondo quanto riferito dal comando provinciale della guardia di finanza di Cosenza, la persona ritenuta responsabile dell’attività abusiva praticava prezzi bassi e altamente concorrenziali.

Oltre ad essere stata segnalata agli uffici comunali competenti per i provvedimenti di chiusura immediata sarà sanzionato con un multa che potrebbe arrivare anche a un massimo di 15mila euro.

“A ciò – precisano i finanzieri – seguiranno anche approfondimenti di natura fiscale tesi a quantificare gli introiti che negli anni sono stati sottratti a tassazione. Questo genere di attività abusive, oltre a configurare un caso concreto di concorrenza sleale nei confronti degli operatori regolari, rischiano anche di essere nocive per la salute delle persone perché svolte in locali sconosciuti alle autorità preposte ai controlli igienico-sanitari”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Tortora, lungomare e piazza Plastic Free

Questa mattina in azione i volontari dell’associazione che sensibilizza sul problema dell’invasione della plastica nell’ambiente.

error: Materiale protetto da copyright