Home / CRONACA / Sangineto, ignoti riconsegnano oggetto sacro al sindaco

Sangineto, ignoti riconsegnano oggetto sacro al sindaco


Lasciata sulle scale dell’abitazione di famiglia del sindaco Michele Guardia avvolta in una busta di plastica la bilancia di San Michele Arcangelo trafugata a settembre dalla cappella di Sangineto Lido. Il parroco: “Segno restituito alla comunità”.

SANGINETO – La bilancia della statua di San Michele Arcangelo trafugata a settembre scorso dalla omonima cappella a Sangineto Lido è stata lasciata davanti l’ingresso dell’abitazione del sindaco Michele Guardia.

È stato un parente del primo cittadino a ritrovare l’oggetto sacro sulle scale della casa di famiglia avvolto in una busta di plastica.

Il furto era avvenuto pochi giorni prima dei festeggiamenti in onore del Santo. La bilancia di San Michele Arcangelo, ora sarà riposizionata tra le mani della statua.

“Un segno della comunità – ha commentato il parroco di Sangineto don Pantaleo Walter Salerno Naccarato – viene restituito. La comunità ha bisogno di segni per sentirsi unita”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Aieta, fervono i preparativi per il Presepe vivente

La prima edizione nel cuore del borgo montano andrà in scena il 26 e il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright