Home / COMUNICATI STAMPA / Carabinieri Potenza, bilancio 2016: delitti in calo

Carabinieri Potenza, bilancio 2016: delitti in calo


Grazie a maggiori azioni di contrasto ai fenomeni delinquenziali. Il comando provinciale dei carabinieri di Potenza diffonde conclusioni confortanti nel consueto bilancio di fine anno. Il valore del servizio dell’Arma per i cittadini in due casi esemplari.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

POTENZA – Delitti in calo grazie a un aumento del contrasto. Questa in sintesi la conclusione cui giungono in carabinieri del comando provinciale di Potenza nel consueto rapporto di fine anno.

“Il 2016 – informano dal comando – si avvia alla conclusione e rassegna dati positivi che indicano il calo della delittuosità e l’incremento dell’attività di contrasto, segnata da arresti e denunce.

Sono in discesa anche i furti e le rapine, reati predatori capaci più degli altri di minare la percezione di sicurezza da parte del cittadino. Particolare attenzione è stata riservata al contrasto dello spaccio di droga, vera e propria minaccia per la salute dei giovani ed alla illecita messa in circolazione di armi.

Le tutela delle fasce deboli, come i bambini, le donne, i diversamente abili, ha avuto posto speciale nel campo d’azione dell’Arma. Sono stati infatti perseguiti insegnanti responsabili di maltrattamenti; persone capaci di abusare di bambini indifesi o portatori di handicap; individui che avevano indotto alla prostituzione ragazze minorenni, adescate in rete.

Lo spettro operativo dei carabinieri è stato tutt’uno con le 76 stazioni della provincia di Potenza, dislocate dal capoluogo ai confini con la Campania, la Puglia, la Calabria. In un momento di crisi diffusa, ove i rapporti umani tendono ad inaridirsi, questi presidi di legalità hanno svolto anche un ruolo di rassicurazione sociale.

Gli indici di positività – proseguono i carabinieri – sono anche il frutto della saggia guida assicurata dal prefetto al Tavolo del coordinamento; della sagace opera d’indirizzo della Procura della Repubblica; dell’aperta collaborazione degli altri attori del comparto sicurezza; della vicinanza del cittadino.

Ma allineare cifre, se da un lato condensa totali rassicuranti, dall’altro non pone in luce il valore aggiunto dato alla sicurezza delle comunità, vale a dire la vocazione del carabiniere per il cittadino, senza limiti di tempo.

Due episodi su tutti Il primo ottobre del 2016, in piena notte, a Rionero in Vulture, un appuntato dei carabinieri libero dal servizio sventa rapina al bancomat compiuta da quattro malfattori ed è costretto a far uso delle armi, per fortuna senza conseguenze. Il 27 dello stesso mese a Tolve, un giovane carabiniere, ancora in ferma (ossia in prova), fuori dal servizio, interviene su tentativo di rapina ai danni di tabaccaio ed arresta l’autore, armato di coltello. Entrambi i Militari non hanno voluto che si diffondesse il loro nome. Buon 2017”.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

passerella metallo fiume abatemarco santa maria cedro

Santa Maria del Cedro, passi avanti verso la Passerella sull’Abatemarco

Approvata la progettazione, via alla gara per i lavori che oltre all’opera in metallo prevedono …

error: Materiale protetto da copyright