Home / CRONACA / Operazione Striscia, 23 rinviati a giudizio: i nomi

Operazione Striscia, 23 rinviati a giudizio: i nomi


Il 10 novembre 2017 al tribunale di Paola la prima udienza del processo contro i presunti furbetti del cartellino al Capt di Praia a Mare. L’elenco dei 23 dipendenti dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza rinviati a giudizio. C’è anche il responsabile della struttura, Pasquale Petrucci.

PRAIA A MARE – Il 10 novembre 2017 si terrà al tribunale di Paola la prima udienza del processo contro 23 dipendenti dell’Asp di Cosenza impiegati presso il Capt di Praia a Mare e accusati di truffa aggravata e interruzione di pubblico servizio a seguito dell’operazione Striscia della guardia di finanza e della Procura della Repubblica di Paola.

Questi i nomi dei 23 rinviati a giudizio ieri dal giudice per le udienze preliminari Anna Maria Mesiti e tra i quali spicca quello del responsabile della struttura sanitaria praiese, Pasquale Petrucci.

Angela Altamura, Giovanni Capristo, Amerino Cassano, Anna Cirelli, Giuseppe D’Amato, Francesco Di Gioia, Concetta Teresa Fulco, Anna Rita Iorio, Celestino La Greca, Maria Carmela Lomonaco, Giovannina Maiorana, Antonio Mazzei, Lucio Moliterni, Maria Teresa Musicò, Maria Papa, Antonio Rimonta, Vincenzo Rotondaro, Walter Scarpino, Antonio Silvestri, Rosemarie Spataro, Daniela Antonina Tinto, Adriana Venosi.

Un 24esimo indagato è stato giudicato nel rito abbreviato. Il procedimento, nelle udienze precedenti, ha registrato inoltre più di venti posizioni archiviate.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Paola, hashish nella cassaforte: arrestato un 32enne

L’uomo già noto alle forze dell’ordine è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright