Home / IN PRIMO PIANO / Paola al voto, Bruno Ganeri: “La città è la grande assente”

Paola al voto, Bruno Ganeri: “La città è la grande assente”


La senatrice ed ex sindaco di Paola, Antonella Bruno Ganeri, interviene sulle imminenti elezioni per il rinnovo al consiglio comunale. “Un quadro politico deludente” tra centrosinistra e centro destra “a braccetto”. Semplice lotta per il potere al posto degli interessi per la collettività.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

PAOLA – “Nella corsa al comune è la città la grande assente”.

Non ha dubbi la senatrice Antonella Bruno Ganeri. Il due volte sindaco di Paola parla del quadro politico “nuovo” che si sta presentando a ridosso delle comunali. Il centrosinistra sembra aver perso il suo ruolo. Quel centrosinistra che ha amministrato per decenni sembra adesso “truccato” sotto le spoglie di liste civiche.

Centrosinistra e parte del centrodestra camminano a braccetto senza nessun tentennamento e ripensamento. Ma soprattutto che fine ha fatto quella sinistra, quale ruolo dovrebbe avere?

Oggi c’è chi è “in campo” dopo decenni. Tre ex sindaci: Perrotta, Gravina e Pizzini sono dell’avviso che possono ancora “dare” a questa città. E Ganeri? La senatrice parte da lontano.

“La scomparsa di quella sinistra per come io l’ho conosciuta e seguita nel corso della mia vita, è fenomeno che mi addolora non poco. Ma le cause di ciò, che non stento a definire una catastrofe per il Paese e per il paese, vanno ricercate lontano. Il crollo dei partiti ormai ridotti a tristi contenitori vuoti, la mancanza di ideali, la scarsa attenzione ai diritti dei più deboli, una organica politica per il lavoro, la ricostruzione di uno stato sociale giusto, una equa distribuzione della ricchezza. Obiettivi storici della sinistra che sono stati completamente disattesi. La politica, da tempo ormai, non è più mossa da passione per gli interessi della collettività, ma è diventata ben altro. Purtroppo. Così, sia a livello nazionale che a livello locale, assistiamo ad una corsa, a volte decisamente indecente, per accaparrarsi il posto”.

Del resto fa notare la senatrice “il potere logora chi non ce lo ha, come diceva Andreotti, che di potere se ne intendeva. È forse la mia una visione troppo pessimistica, ma non riesco proprio a vederla diversamente. Penso che di questo si tratti e non di voler dare ancora un contributo alla città che in questa corsa per la poltrona di primo cittadino, spesso è proprio la vera, grande assente. C’è da sperare che, prima o poi, si torni alla politica delle idee, della passione civile, della giustizia sociale e, soprattutto, dell’alternanza, per permettere a tutti l’esercizio della cittadinanza attiva”.


About Francesco Maria Storino

Attualmente collaboratore della Gazzetta del Sud ha lavorato per La Provincia, Comunità 2000, Edizioni master, Il Quotidiano della Calabria e Corriere dello Sport. Cura particolarmente la cronaca giudiziaria.

Check Also

san sago consiglio tortora

San Sago, il Comune di Tortora fa pressione su Regione Basilicata e Calabria

A Potenza chiesto di rivedere le proprie decisioni in favore della Cogife. A Catanzaro che …

error: Materiale protetto da copyright