Home / CRONACA / San Nicola Arcella, abusi edilizi: sequestrata area dell’Arcomagno

San Nicola Arcella, abusi edilizi: sequestrata area dell’Arcomagno


I carabinieri hanno sequestrato 2mila metri quadrati in località Arcomagno per abusi edilizi. Deferita un’imprenditrice edile. Sarebbero stati realizzati senza autorizzazioni accessi e sentiero con panchine alla spiaggia del Prete. Opere eseguite da società diversa da quella che detiene la proprietà privata dell’area.

SAN NICOLA ARCELLA – Un’area di 2mila metri quadrati è stata sequestrata in località Arcomagno a San Nicola Arcella per abusi edilizi. Una imprenditrice edile, ritenuta responsabile degli abusi, è stata deferita in stato di libertà.

Nell’area, privata ma sottoposta a vincolo paesaggistico, sono stati realizzati abusivamente alcuni accessi e un sentiero pedonale che conducono alla famosa grotta del Prete e all’omonima spiaggia. Lungo il percorso panoramico sono state anche realizzate delle panchine con relative coperture.

L’operazione è giunta al termine di accertamenti avviati tempo fa dai carabinieri. Nel tardo pomeriggio di ieri, lunedì 8 maggio 2017, in località Arcomagno hanno operato il nucleo tutela del patrimonio culturale di Cosenza e la stazione di Scalea.

È stato accertato che le opere in questione sarebbero state realizzate senza le autorizzazioni. Ora si attendono le determinazioni da parte dell’autorità giudiziaria. Ma sarebbe emerso che a realizzare le opere abusive sia stata una ditta differente rispetto alla società che detiene la proprietà dell’area. Ulteriori accertamenti sono in corso.

arcomagno grotta prete abusi edilizi
L’area dell’Arcomagno sequestrata. Al centro il sentiero che conduce alla spiaggia del Prete. (foto: Google Earth)

Le segnalazioni di Italia Nostra

Sull’area, sin dal novembre 2016, si sono registrate anche alcune segnalazioni dell’associazione ambientalista Italia Nostra. Gli attivisti locali avevano prima sollevato la questione circa la proprietà privata dell’area pur in presenza di un diritto di accesso pubblico. Le segnalazioni di Italia nostra si erano poi concentrate proprio sull’interdizione all’area mediante cancelletti metallici chiusi con lucchetti posti sulle scale.

arcomagno grotta prete abusi edilizi
Dalla Pagina Facebook di Italia Nostra

Solo alcuni giorni fa, sempre a San Nicola Arcella, in località Marinella, un’altro sequestro per opere abusive  è stato effettuato dalla guardia costiera di Maratea.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Brunori Sas, invito ai fan: a Cosenza “Parla con Dario”

Il cantautore torna “a casa” grazie al tour di incontri per presentare il nuovo album …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright