Home / IN PRIMO PIANO / Paola al voto, la “ricetta” di Carmelo Meo

Paola al voto, la “ricetta” di Carmelo Meo


Ultimi giorni che separano gli elettori dal voto per le elezioni comunali 2017 a Paola. Ecco come la pensa Carmelo Meo, il candidato del Movimento 5 stelle. “Puntiamo tutto sulla trasparenza amministrativa e diciamo stop ai professionisti della politica”.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

PAOLA – Il futuro della città secondo Carmelo Meo tra sociale, dissesto, conti del comune, il Psc, l’acqua, le tasse e la raccolta differenziata. Vediamo le priorità del candidato a sindaco di Paola del Movimento cinque stelle.

“Bisogna consentire al M5S di insediarsi a Paola – ha detto – e avviare finalmente una gestione amministrativa pulita, equa e ricca di contenuti per lo sviluppo di una città oramai allo sbando. Una città governata per decenni da professionisti della mala politica che hanno prodotto la devastazione di cui oggi tutti ci lamentiamo”.

Il punto di vista di Carmelo Meo sul dissesto comunale è che “ormai è nella storia della nostra città e non si può far altro che prenderne atto”.

Per quanto riguarda il Piano strutturale comunale “mi sembra – ha detto Meo – sia un’altra farsa. Se i geologi che avrebbero dovuto firmare lo stesso si sono defilati, dissociandosi pubblicamente, non si capisce di che parliamo se non di un’operazione mediatica volta a distrarre gli elettori da un voto onesto”.

Bisognerebbe spostare l’attenzione su altro. “Come far pagare meno tasse ai cittadini ad esempio – ha detto il candidato sindaco -. Il Movimento 5 stelle di Paola ha tra gli obiettivi prioritari proprio quello di riposizionare il costo dell’acqua al minimo consentito dalla legge, fermo restando che l’acqua sarà pubblica come accade in tutte le amministrazioni a 5 stelle”.

Ogni cittadino, inoltre, secondo il candidato a sindaco “usufruirà della cosiddetta premialità fiscale che gli consentirà di diventare più virtuoso ed al contempo di risparmiare. Sarà applicata in tutte le direzioni: anche nella raccolta differenziata sarà un punto di forza per il cittadino più attento che sarà messo nella condizione di creare ricchezza differenziando con il massimo dell’attenzione”.

Il criterio è quello che “bisogna generare esempi utili a stimolare la crescita civica di tutti i cittadini a cui saranno garantite uguali opportunità per una intelligente crescita economica ed intellettuale. Non siamo perfetti e non abbiamo la bacchetta magica, siamo però fieri di essere gli unici liberi in questa campagna elettorale e di non coltivare alcuna logica clientelare”.

carmelo meo sindaco paola
Carmelo Meo candidato a sindaco di Paola durante un comizio in piazza

L’identikit del candidato a sindaco

Carmelo Meo è un imprenditore. Un consulente pubblicitario che si occupa di web e marketing. Inizia con il candidato a sindaco dei cinque stelle il nostro viaggio alla scoperta di quelle che sono le ricette migliori per la Paola del domani. Una sola lista in campo.

“Abbiamo qualcosa – ha spiegato Meo – che altri non hanno: un progetto, una struttura locale e nazionale di supporto, idee e soluzioni.Con il M5S non si fa un salto nel buio. Semmai si imbocca l’uscita dal tunnel”.

ELEZIONI COMUNALI 2017 PAOLA: TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE 


About Francesco Maria Storino

Attualmente collaboratore della Gazzetta del Sud ha lavorato per La Provincia, Comunità 2000, Edizioni master, Il Quotidiano della Calabria e Corriere dello Sport. Cura particolarmente la cronaca giudiziaria.

Check Also

maggio letterario scalea

Maggio Letterario Scalea, Giuseppe Smorto a Villa Giordanelli per il Sud positivo

Domenica 29 maggio 2022 il libro “A sud del Sud”. Eclectica: “Fa più rumore un …