Home / IN PRIMO PIANO / Paola, voto libero al ballottaggio

Paola, voto libero al ballottaggio


In vista del ballottaggio a Paola del 25 giugno 2017 quanto incideranno gli esclusi? Chi tra Perrotta e Ferrari incasserà il voto delle tre compagini escluse? Lunedì il verdetto. Intanto Falbo incontra Limardi.


PAOLA – Quanto conterà nel ballottaggio tra Roberto Perrotta e Basilio Ferrari il voto delle coalizioni escluse? Si potrà verificare concretamente soltanto lunedì prossimo.

Nel frattempo però a piccoli ma importanti passi si muove il centrosinistra alternativo a Coalizione di salute pubblica, compagine che sostiene il candidato a sindaco Roberto Perrotta. L’altra sinistra, quella delle associazioni e dei movimenti, pensa al futuro.

E non potrebbe essere diversamente se si considera che il percorso era stato tracciato inizialmente insieme. Addirittura lo scorso anno erano stati creati degli appositi tavoli di lavoro ognuno con la sua tematica. Dall’ambiente alla salute, dalla legalità alla trasparenza, dai fondi europei ai lavori pubblici. Senza tralasciare il sociale e le ataviche problematiche attinenti le periferie.

Poi però forse sul più bello tutto si è arrestato. Le strade si sono divise su alcune scelte. Ma i rapporti sono rimasti intatti. Integri come la stima tra due componenti che dovrebbero essere presenti entrambi in consiglio comunale. Comunque vada il voto si pensa al domani. Nei due gruppi c’è sostanzialmente la volontà, senza fretta eccessiva, di avviare un discorso unitario.

Ecco perché nei giorni scorsi ci sarebbe stato un ammiccamento tra i leader dei due gruppi: Enzo Limardi e Pino Falbo. Qualcuno pensa che i due responsabili dei movimenti potrebbero “condizionare” il voto al ballottaggio. Un voto su cui potrebbe pesare la volontà di favorire l’uno o l’altro candidato.

Di questo non si è affatto parlato. Ci sono sul tappeto altre questioni da affrontare e necessariamente, comunque vada la prossima esperienza amministrativa, ci sono da tracciare le linee di un progetto condiviso.

Di un discorso politico improntato soprattutto sul fare. Su quella che vuole essere l’alternativa al centrosinistra che va al ballottaggio. Inutile girarci attorno: queste anime della sinistra hanno imboccato un percorso diverso e per adesso le strade difficilmente si ricongiungeranno.


About Francesco Maria Storino

Attualmente collaboratore della Gazzetta del Sud ha lavorato per La Provincia, Comunità 2000, Edizioni master, Il Quotidiano della Calabria e Corriere dello Sport. Cura particolarmente la cronaca giudiziaria.

Check Also

maggio letterario scalea

Maggio Letterario Scalea, Giuseppe Smorto a Villa Giordanelli per il Sud positivo

Domenica 29 maggio 2022 il libro “A sud del Sud”. Eclectica: “Fa più rumore un …