Home / COMUNI / DIAMANTE / Mare sicuro 2017, “Bollino blu” e 1530

Mare sicuro 2017, “Bollino blu” e 1530


Mare sicuro 2017 nel circomare di Maratea. Obbiettivo garantire sicurezza e legalità in mare e a terra. “Bollino blu” ai diportisti e 1530 geolocalizzato i due importanti strumenti della guardia costiera.


MARATEA – Bollino blu, controlli dei lidi e monitor sugli sbocchi a mare dei corsi d’acqua.

Sono i tre punti cardine dell’operazione Mare sicuro 2017 nella quale è impegnato, da alcuni giorni e fino al 17 settembre, il circomare di Maratea. L’obbiettivo, come nel resto d’Italia, è garantire sicurezza e legalità in mare e sul demanio.

Il circondario marittimo di Maratea potrà contare su 3 mezzi nautici e 32 militari dislocati nel porto lucano e nelle sedi di Praia a Mare e Diamante. Personale ed equipaggiamento per garantire il cosiddetto tandem “terra – mare” lungo i 55 chilometri di costa del territorio di competenza.

Diportisti, bagnanti, concessionari demaniali e comuni sono dunque chiamati al rispetto dell’ordinanza di sicurezza balneare. (consulta il nostro approfondimento)

guardia costiera mare sicuro 2017
Mare sicuro 2017: garantire sicurezza e legalità in mare e sul demanio

Mare sicuro 2017: bollino blu e 1530

Anche quest’anno sarà attuata l’iniziativa del bollino blu per effettuare controlli serrati ma senza eccedere.

Si tratta di una misura inaugurata nel 2013 dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Il natante che riceve e passa un controllo da parte della guardia costiera riceve, appunto, un bollino da incollare ben in vista. In questo modo eviterà di essere controllato nuovamente.

Il contrassegno è rilasciato solo se la barca è risultata in regola sia sotto il profilo della documentazione che delle dotazioni di sicurezza da tenere a bordo.

1530 è il numero gratuito per le richieste di soccorso o per effettuare segnalazioni alla guardia costiera. La novità è che le telefonate da cellulare effettuate dal territorio della costa di Maratea, della Riviera dei Cedri e dell’Alto Tirreno cosentino sono ricevute direttamente dalla sala operativa di Vibo Valentia. Prima, venivano ricevute dalla centrale operativa del comando generale del corpo delle capitanerie di porto a Roma.

Tutte le attività operative della Guardia Costiera raggiungono il massimo sforzo durante il periodo estivo, dai controlli agli stabilimenti balneari, ai corsi d’acqua sfocianti in mare, alla navigazione a motore, alle moto d’acqua, alla pesca subacquea e professionale, nonché ad una costante presenza dei militari del corpo della guardia costiera nelle ore di maggior afflusso di bagnanti lungo le spiagge.

L’ordinanza di sicurezza balneare in vigore è la numero 12/2015. È consultabile sul sito istituzionale dell’ufficio circondariale marittimo di Maratea alla pagina “ordinanze”. La stessa dovrà essere esposta presso ogni struttura turistica.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Giro d’Italia 2022 in Rivera dei Cedri, il comitato di tappa di Diamante sui sopralluoghi odierni

Visitata la location della partenza della tappa che il 13 maggio 2022 partirà dalla Città …