Home / IN PRIMO PIANO / Verbicaro, il sindaco: “Non è un paese per violenti”

Verbicaro, il sindaco: “Non è un paese per violenti”


Il sindaco di Verbicaro ha querelato l’autore di un articolo che collegherebbe l’amministrazione alla tanica di benzina trovata a casa dell’ex consigliere Giuseppe De Luca. Lo scritto descriverebbe Verbicaro come luogo di ordinarie illegalità e violenze. “Affermazioni che stridono con la storia della città”.

VERBICARO – Francesco Silvestri, il sindaco di Verbicaro, ha querelato l’autore di un articolo che metterebbe in relazione un atto intimidatorio con l’operato dell’amministrazione comunale.

Il fatto di cronaca è relativo al ritrovamento di una vecchia tanica di benzina vuota nei pressi dell’abitazione di Giuseppe De Luca, ex consigliere di minoranza del Comune di Verbicaro.

Sulla questione proseguono le indagini dei carabinieri della locale stazione ai quali, ieri, il primo cittadino ha presentato querela.

“Naturalmente – ha detto Silvestri – l’amministrazione comunale di Verbicaro è estranea al fatto specifico come ad ogni fatto del genere. Ripudiamo per principio la violenza, la prepotenza, gli atti intimidatori e le condotte delinquenziali che non appartengono, né sono mai appartenute, a questo paese ed ai suoi amministratori”.

francesco silvestri sindaco verbicaro
Francesco Silvestri, il sindaco del Comune di Verbicaro

Verbicaro non è un paese per violenti

Secondo Francesco Silvestri il collegamento tra la presunta intimidazione ai danni De Luca e gli attriti registrati con l’amministrazione comunale sarebbe “arbitrario e gratuito”. L’ex componente della minoranza è stato dichiarato decaduto nei mesi scorsi dal consiglio comunale per una causa di incompatibilità.

“Infondate e non vere – fa sapere Silvestri – sono le premesse sulle quali la notizia è stata costruita. Non è vero che la decadenza del consigliere sia stata dettata dal volersene disfare perché scomodo. È stata dettata da una lite pendente per mancato pagamento di canoni per diversi anni e in tal caso la legge prevede la decadenza”.

Il primo cittadino ha inoltre precisato che l’articolo fornirebbe un’immagine errata della città di Verbicaro, descrivendola come teatro di illegalità varie.

“Una affermazione – sostiene Silvestri – che stride con la storia e l’attualità di questo paese in cui non c’è traccia di delinquenza organizzata. Si offende la verità oltre che l’immagine e la storia di Verbicaro e dei suoi onesti cittadini. La proposizione della querela è stata dunque atto doveroso a tutela del decoro, del buon nome e della dignità dell’intera comunità”.


About Pierina Ferraguto

Giornalista pubblicista dal 2013. Laureata in Filosofia e scienze della comunicazione e della conoscenza all'Università della Calabria. Dal 2006 al 2008 lavora come stagista nella redazione di Legnano de Il Giorno. In Calabria lavora con testate regionali di carta stampata e televisive.

Check Also

Aieta, fervono i preparativi per il Presepe vivente

La prima edizione nel cuore del borgo montano andrà in scena il 26 e il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright