Home / IN PRIMO PIANO / Paola, l’ufficio contenzioso non basta: ecco la short list per i legali

Paola, l’ufficio contenzioso non basta: ecco la short list per i legali


Al Comune di Paola ripristinato l’ufficio contenzioso con la nomina di un capo settore e l’avviso di formazione di una short-list di avvocati esterni. Perrotta si contradice e Ferrari lo bacchetta. “Solo ora la giunta si accorge che gli avvocati non sono sufficienti”.


PAOLA – L’ufficio contenzioso del Comune di Paola non è sufficiente e così anche l’amministrazione Perrotta pescherà all’esterno i legali.

Una cosa che non è sfuggita all’ex sindaco, Basilio Ferrari. La sua giunta di centrodestra era stata criticata per aver smantellato l’ufficio e parte della stessa minoranza che adesso amministra il comune lo aveva additato come scialacquone.

Però adesso anche Perrotta si accorge che c’è necessità di avvocati. “Per assicurare adeguata difesa al comune – riferisce Ferrari – non è sufficiente personale interno. Adesso forse lo hanno compreso. Sono stati contraddittori in tutto”.

Ci sono un nuovo capo settore e una short list

In effetti, il sindaco con proprio decreto ha nominato un capo settore dell’ufficio, Annalisa Apicella, che percepirà quindi le indennità di ruolo relative. Non contento, ecco la short list. La delibera di giunta relativa giunge su proposta proprio dell’ufficio contenzioso e dell’assessore Francesco De Cesare.

Nonostante la nomina quindi si fa presente che “il Comune di Paola non dispone nell’ambito della propria dotazione organica di un ufficio legale in grado di rappresentare e tutelare l’ente nelle controversie in cui esso venga coinvolto sia in fase stragiudiziale, sia in qualità di parte attiva e passiva di soggetto contro interessato in giudizi civili, penali e amministrativi. Pertanto ogni qualvolta sorga l’esigenza di vedere tutelati e rappresentati i propri interessi in giudizio deve affidare l’incarico di patrocinio legale a esterni abilitati all’esercizio della professione forense”.

Pertanto la proposizione di una short list con avviso pubblico. Ma non occorreva risparmiare, ci si chiede, considerato lo stato delle casse dell’ente?

Ma Ferrari ne ha anche per la questione inerente via Bernardino Telesio. E si chiede come mai non siano state mandate le ruspe a liberare l’arteria: “Non era quanto aveva promesso alla cittadinanza – si chiede. Come mai si attende ancora – aggiunge – sta aspettando il nostro progetto di protezione della collinetta”?

Si è dell’avviso che i lavori in ogni caso dovrebbero iniziare a settembre come del resto era stato stabilito in precedenza.


About Francesco Maria Storino

Attualmente collaboratore della Gazzetta del Sud ha lavorato per La Provincia, Comunità 2000, Edizioni master, Il Quotidiano della Calabria e Corriere dello Sport. Cura particolarmente la cronaca giudiziaria.

Check Also

Meteo allerta rossa sul Tirreno cosentino, scuole chiuse: ecco dove

Previsioni: piogge diffuse e temporali per sabato 27 novembre 2021. I sindaci corrono aI riparI …