Home / COMUNI / GRISOLIA / Incendi in Riviera, Longo: “Abbandonati da tutti”

Incendi in Riviera, Longo: “Abbandonati da tutti”


Appello del sindaco di Grisolia Antonio Longo alle istituzioni: “Metteteci nelle condizioni di difenderci”. Di fronte all’inefficienza del sistema antincendio calabrese chiesta autonomia dei comuni. Aviosuperficie di Scalea come base per elicotteri di Calabria Verde al posto dei costosi canadair.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

GRISOLIA – “Siamo soli”.

La pensa così Antonio Longo, sindaco del Comune di Grisolia, sul tema degli incendi che hanno flagellato il territorio lungo il corso dell’estate 2017. Un fenomeno pieno di disservizi e storture ancora lontano dall’essere terminato.

Il pensiero del primo cittadino grisolioto è critico nei confronti soprattuto del sistema antincendio. Nel momento in cui dovrebbe attivarsi, mostra tutta la sua inefficienza. L’amministratore si sente dunque solo e dare risposte ai cittadini diventa un esercizio penoso.

antonio longo sindaco grisolia
Antonio Loongo, sindaco del Comune di Grisolia

L’intervento di Antonio Longo

“Il patrimonio boschivo nel cuore del Parco nazionale del Pollino – sostiene Longo – è avvolto nelle fiamme e le istituzioni si perdono nel ping pong delle competenze e delle responsabilità.

È da giorni che il territorio di Grisolia è martoriato da focolai. L’amministrazione comunale ha segnalato puntualmente ogni emergenza, ma non ha mai trovato aiuto da parte degli enti preposti a fronteggiarle. Nelle ore notturne, per aiutare i soccorsi che erano stati richiesti, dal palazzo di città era stato ordinato il riempimento della vasca antincendio in località Pantanelli. Questa, se usata dagli elicotteri dei vigili del fuoco avrebbe consentito di spegnere gli incendi nelle località limitrofe in poco tempo.

Invece tutti gli sforzi sono stati vani. Infatti, anziché inviare un elicottero o un canadair è stata inviata un’unità di terra dei vigili del fuoco che in alta montagna non poteva far nulla. Insomma, non si sono valutate le effettive criticità e non si è intervenuti in tempi brevi. È impensabile che il servizio antincendio possa essere effettuato solo con il personale di Calabria Verde senza attrezzature e mezzi necessari.

I comuni, anche in forma associata, debbano essere messi nelle condizioni di autogestire il proprio territorio. Abbiamo una aviosuperficie a Scalea, utilizziamola almeno quale stazione base per gli elicotteri di Calabria Verde anziché aspettare gli esosi canadair da Roma”.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Polizze online: ecco le migliori assicurazioni sulla casa del momento

Garantire la salvaguardia dell’ambiente domestico è fondamentale per beneficiare della massima sicurezza e assicurare il …