Home / COMUNI / DIAMANTE / Diamante, insediato nel centro storico il “Commissario Mascherpa”

Diamante, insediato nel centro storico il “Commissario Mascherpa”


Presentato “Il commissario Mascherpa”: inserto a fumetti di Polizia moderna. L’opera ambientata a Diamante parla di legalità. Pubblicato in dieci puntate sulla rivista ufficiale della polizia di Stato.

green multiservice disinfezione

BELVEDERE MARITTIMO – È ambientato in un fantasioso commissariato di polizia nel centro storico di Diamante il fumetto Il commissario Mascherpa.

È la graphic novel che proprio a partire da questo mese sarà pubblicata in dieci puntate su Polizia moderna, rivista ufficiale della polizia di Stato. L’ideatore è Luca Scornaienchi, responsabile artistico del museo del fumetto di Cosenza. I disegni sono di Jonathan Fara.

L’opera è stata presentata ieri pomeriggio al Sabbia d’oro di Belvedere Marittimo.

All’incontro erano presenti l’ideatore con il direttore responsabile di Polizia moderna, Annalisa Bucchieri, e il questore di Cosenza, Giancarlo Conticchio. Ha moderato il giornalista Rai Riccardo Giacoia. Presenti autorità locali e rappresentanti della polizia di Stato tra cui il direttore centrale degli affari generali Filippo Dispenza che ha portato il saluto del capo della polizia Franco Gabrielli.

Durante la serata ha disegnato alcune tavole Raffaele Della Monica, leggenda del fumetto italiano e disegnatore, tra gli altri, dell’eroe bonelliano Tex Willer.

mascherpa raffaele della monica
Raffaele Della Monica si è prestato a realizzare una tavola del Commissario Mascherpa

Un fumetto sulla legalità e sul lavoro della polizia

Alcuni degli ingredienti del fumetto sono stati anticipati nel corso della serata.

“Abbiamo scommesso – ha chiarito la Bucchieri – su una nuova forma di comunicazione per parlare di legalità e del lavoro della polizia di Stato. L’obbiettivo è di entrare nelle case dei poliziotti, d’essere letti dai loro figli e magari, così, entrare nelle scuole”.

Mascherpa, figura centrale del fumetto, prova a tenere a distanza il cliché a-la Montalbano, coltivando una relazione sentimentale stabile che potrebbe concludersi in matrimonio. Ogni sera il commissario cena al ristornate che ha ospitato la presentazione. È aiutato da un poliziotto in pensione.

È un essere umano, non un supereroe – ha detto Scornaienchi – a capo di un team di persone normali. La squadra sarà impegnata in indagini che raccontano storie di questo territorio. La prima puntata – ha anticipato – inizia con il ritrovamento di un cadavere e sarà il capo di un fil rouge che condurrà indietro nel tempo fino al 22 giugno 1980”.

Il giorno in cui la ‘ndrangheta uccise a Cetraro Giannino Losardo, il segretario capo della Procura della Repubblica di Paola.


maschera polizia bucchieri giaccia scornaienchi  conticchio
Da sinistra: Scornaienchi, Conticchio, Giacoia e Bucchieri

About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Santa Maria del Cedro, a Marcellina la festa per il Sacro Cuore

Il 7 giugno la tradizionale ricorrenza patronale della locale parrocchia. Nel programma, Santa Messa e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright