Home / COMUNI / CETRARO / Cetraro, bruciarono auto per estorsione a imprenditore: 2 arresti

Cetraro, bruciarono auto per estorsione a imprenditore: 2 arresti


Arrestati Oreste Piazza e Luigi Pignataro. A Marzo 2016 su mandato del clan Muto tentarono estorsione al proprietario di una pizzeria. Per convincerlo gli avevano anche bruciato l’automobile. Arresto della polizia di Stato su mandato del Gip di Catanzaro e richiesta dalla Dda.

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

CETRARO – Oreste Piazza, 50 anni, e Luigi Pignataro, 34 anni, entrambi di Cetraro, sono stati arrestati oggi dalla polizia di Stato.

I due, ad aprile del 2016, avevano incendiato l’auto al proprietario di una pizzeria di Cetraro. Lo avevano fatto con la complicità di Mauro Occhiuzzi, 60enne, nel frattempo deceduto.

Poi su mandato di alcuni esponenti del clan Muto, avevano minacciato l’imprenditore per estorcergli del denaro.

Al termine delle indagini, questa mattina sono scattate le manette ai polsi dei due, entrambi già noti alle forze dell’ordine. I due arrestati sono stati portati nel carcere di Cosenza. Le accuse sono di incendio e tentata estorsione in concorso.

L’arresto è stato disposto il 28 settembre dal Gip di Catanzaro Giovanna Gioia su richiesta sostituto procuratore della Dda Camillo Falvo. L’ordinanza è stata eseguita questa mattina dai poliziotti del commissariato di Paola e della squadra mobile di Cosenza.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Coronavirus Calabria: frenano i contagi (+8), controlli per il periodo pasquale

Molti sindaci delle località turistiche della Riviera dei Cedri avvertono: zero tolleranza per i proprietari …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright