Home / COMUNI / BELVEDERE / Belvedere Marittimo, la festa dell’albero di Legambiente

Belvedere Marittimo, la festa dell’albero di Legambiente


Il circolo di Belvedere Marittimo di Legambiente ha aderito alla Festa dell’albero piantandone uno simbolico. Nel parco “Gaetano Fiorillo – Angeli della strada” una nuova pianta contro gli incendi boschivi.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

BELVEDERE MARITTIMO – Anche il circolo di Belvedere Marittimo ha aderito alla Festa dell’albero di Legambiente del 21 novembre.

Lo slogan di questa edizione era: “Il futuro non si brucia” con l’intento di piantare nuovi alberi nelle aree protette contro la devastazione degli incendi.

il circolo locale con il presidente Carlo Gaglianone, i soci Sergio Arcuri, Giovanni Liporace, Maurizio Cipolla, Santino Impieri e Giovanni Martucci hanno piantato simbolicamente un albero nel parco “Gaetano Fiorillo – Angeli della strada”.

“Un messaggio di impegno collettivo – ha dichiarato Gaglianone – e un gesto simbolico per la rinascita del verde, soprattutto nelle aree protette danneggiate dalle fiamme. A proposito ricordiamo i numerosi incendi di questa estate che hanno devastato il Parco nazionale del Pollino interessando aree di alto valore naturalistico.

L’albero è un prezioso alleato nella lotta ai cambiamenti climatici. Proteggerlo significa anche difendere il territorio e le specie che lo abitano. Gli stessi cittadini possono fare molto, attraverso uno stile di vita ecosostenibile ed azioni a favore dell’ambiente, come ad esempio piantare un albero”.

legambiente belvedere marittimo albero
Il Circolo Legambiente di Belvedere Marittimo

I dati Legambiente

Il 2017 verrà ricordato come un anno orribile per la devastazione prodotta dal fuoco che ha divorato anche gran parte del patrimonio naturalistico italiano.

In quest’anno, secondo i dati elaborati da Legambiente aggiornati al 30 ottobre scorso, sono andati in fumo, solo nel nostro Paese, ben 140.430 ettari di superfici boschive, pari al 293,0% del totale della superficie bruciata in tutto il 2016 (47.926 ettari).

Le regioni italiane più colpite risultano essere la Sicilia con 42.872 ettari distrutti dal fuoco, e con uno stillicidio di roghi in quasi tutte le province, la Calabria con 35.241 ettari, la Campania 19.284, il Lazio 13.284, la Sardegna 7.255, la Puglia 4.650, l’Abruzzo 4.558, il Piemonte 4.212, la Liguria 2.425, la Basilicata 2.316, la Toscana 2.111, la Lombardia 681, le Marche 621, il Molise 388, l’Umbria 367 e l’Emilia Romagna 165 ettari.

Anno dopo anno gli incendi boschivi causano la perdita di migliaia di ettari di questo immenso patrimonio e la Protezione Civile stima che negli ultimi 30 anni sia andato perso addirittura il 12% del patrimonio forestale del nostro Paese.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

arresto praticò campi da tennis bar ristorante

Tortora, sabato 4 giugno una giornata dedicata al Tennis

Allo stadio comunale Umberto Nappi un evento sportivo che coinvolge grandi e piccoli a partire …