Home / COMUNICATI STAMPA / Nemoli, Carlomagno premiato per il territorio

Nemoli, Carlomagno premiato per il territorio


Al sindaco di Nemoli Domenico Carlomagno premio dell’associazione La castagna ra critica di Lagonegro. Sottolineato l’impegno per la valorizzazione del territorio grazie allo spettacolo La signora del lago.

NEMOLI – Il sindaco di Nemoli, Domenico Carlomagno, è stato tra i premiati dall’associazione La castagna ra critica di Lagonegro per “l’impegno e l’abnegazione nella valorizzazione e promozione del territorio, per la sua sensibilità verso iniziative culturali e di valorizzazione turistica come lo spettacolo La signora del lago”.

Il riconoscimento è stato consegnato nel corso della cerimonia di premiazione della terza edizione del concorso nazionale di poesie dialettali “Antonio e Carlo Tortorella” che si è tenuta domenica 17 dicembre a Lagonegro.

“Ricevere un premio – ha detto il sindaco Carlomagno ringraziando l’associazione e la presidente, Milena Falabella – è sempre gradito. Riceverlo perché si fa bene il proprio dovere, il compito, la funzione a cui si è chiamati, ha un valore incommensurabile. Fare il sindaco è per me è una missione. Amo profondamente il mio paese e per esso darei la vita. In questi circa 15 anni di mandato amministrativo mi sono speso totalmente ed ho cercato sempre di dare il meglio. Come negli interventi al municipio, alla scuola e a Palazzo Filizzola, quelli sulla viabilità, la pubblica illuminazione, il parco giochi e il cimitero”.

La Signora del Lago, scritta e diretta da Gianpiero Francese, con musiche di Rocco Petruzzi, ha raccontato il territorio tra storia e leggenda e “soprattutto – ha evidenziato Carlomagno – ha dato dei numeri straordinari, inattesi nella loro portata”.

Costato un milione di euro, finanziato con fondi europei, da studi condotti, ha restituito e distribuito sul territorio oltre due milioni di euro. In questi due anni, da giugno a settembre, Nemoli ha registrato la presenza di 50mila visitatori e la partecipazione di circa 22mila spettatori che hanno visto lo spettacolo e soggiornato anche nei paesi vicini.

“Il 90 per cento delle risorse – ha chiuso Carlomagno – sono rimaste sul territorio coinvolgendo figure lucane,. Le attrezzature dello spettacolo sono state tutte rimosse ed abbiamo ottenuto un finanziamento di 3milioni di euro per la riduzione del rischio idrogeologico del bacino che serviranno per risolvere l’annoso problema dell’abbassamento del livello delle acque del lago”.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Aieta, fervono i preparativi per il Presepe vivente

La prima edizione nel cuore del borgo montano andrà in scena il 26 e il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright