Home / CRONACA / Possesso illegale di armi: assolti Castrenze e Rutigliano

Possesso illegale di armi: assolti Castrenze e Rutigliano


I carabinieri Ilario Castrenze e Lorenzo Rutigliano assolti dal tribunale di Paola dall’accusa di possesso illegale di armi, abuso d’ufficio e falso ideologico.

SCALEA – Ilario Castrenze e Lorenzo Rutigliano sono stati assolti perché il fatto non sussiste.

L’ex comandante della stazione dei carabinieri di Scalea era accusato di possesso illegale di armi e abuso d’ufficio. L’appuntato scelto doveva invece rispondere di falso ideologico per aver manomesso la rubrica dove vengono registrate le armi.

La decisione del giudice Alfredo Cosenza della sezione penale del tribunale di Paola è giunta nell’udienza di oggi. Disposta, inoltre, la restituzione all’avente diritto delle armi in questione. 90 giorni per le motivazioni.

I fatti risalgono al 2010 quando gli eredi dei legittimi proprietari delle armi le avevano consegnate a Castrenze per farle distruggere. Tre anni dopo il luogotenente venne arrestato dai suoi colleghi perché – sostenne l’accusa – le aveva invece custodite presso la propria abitazione.


About Pierina Ferraguto

Giornalista pubblicista dal 2013. Laureata in Filosofia e scienze della comunicazione e della conoscenza all'Università della Calabria. Dal 2006 al 2008 lavora come stagista nella redazione di Legnano de Il Giorno. In Calabria lavora con testate regionali di carta stampata e televisive.

Check Also

Belvedere Marittimo, rifiuti: la Cgil a gamba tesa sulla Falzarano

Stipendi non pagati e mezzi da lavoro senza assicurazione. “Il comune rescinda in danno i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright