Home / CRONACA / Paola, chiusa via del mare per San Lucido

Paola, chiusa via del mare per San Lucido


Fiume Deuda un ostacolo per il collegamento dei lungomari dei due centri. Servirebbe un ponte. L’arteria che congiunge i comuni potrebbe essere volano per il turismo balneare.

PAOLA – Quei fatidici dieci metri. Chiusa al transito l’arteria via mare che unisce Paola a San Lucido. Un’alternativa valida alla Statale 18 che non riesce ad essere adeguatamente valorizzata. Stiamo parlando della strada che unisce i due lungomari che corre parallela alla ferrovia.

Da diversi anni è sempre più utilizzata, in quanto, consente di arrivare da Paola a San Lucido e viceversa in pochi minuti. Un modo anche per evitare il traffico e i pericoli della statale con tutte le sue intersezioni killer. Consente anche una riduzione del traffico veicolare sull’arteria principale oltre che per il paese.

I lungomari dei due centri, sono così adesso nuovamente divisi, come spesso accade nel periodo invernale, da quel guado pericoloso.

Le precipitazioni hanno riportato a galla le problematiche inerenti il fiume Deuda. Il torrente posto ai confini dei suddetti comuni a causa della scarsa manutenzione porta con sé detriti misti, spazzatura e pneumatici. Tutto quello che viene riversato nel fiume poi finisce a mare.

Anni fa si era pensato di realizzare un ponte al fine di consentire in sicurezza il passaggio delle autovetture. Poi però di quell’idea non se ne fece più nulla. A quanto pare per via di alcune autorizzazioni da ottenere. La spesa andrebbe ripartita tra Paola e San Lucido e quindi potrebbe essere contenuta. Tra il dire e il fare si è cercato di ottemperare al tutto con una colata di cemento sullo stesso letto del fiume che però non ha retto il suo ritorno in piena.

L’idea di un lungomare unico pensata in passato da diversi esponenti politici sembra sia troncata di netto proprio ai confini tra Paola e San Lucido.

Servirebbe uno sforzo congiunto dei due comuni per completare quei pochi metri di guado che rappresentano ancora una sorta di divisione.

Quella strada che rappresenta una comodità per le frazioni potrebbe divenire anche una sorta di suggestiva via marinara. Senza dimenticare l’importanza che assume d’estate per il turismo, considerata la presenza di numerosi stabilimenti balneari che consente una sorta di scambio del flusso turistico. Utilizzata anche dagli amanti delle passeggiate e della corsa, giornalmente decine e decine di persone la percorrono respirando la salutare aria del mare e godendo di un panorama mozzafiato.


About Francesco Maria Storino

Attualmente collaboratore della Gazzetta del Sud ha lavorato per La Provincia, Comunità 2000, Edizioni master, Il Quotidiano della Calabria e Corriere dello Sport. Cura particolarmente la cronaca giudiziaria.

Check Also

Belvedere Marittimo, droga e armi: 2 arrestati

In un casolare di Sant’Andrea cocaina, marijuana, un fucile e munizioni. In manette un pregiudicato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright