Home / CRONACA / Santa Maria del Cedro, una messa apre i festeggiamenti per il 50esimo

Santa Maria del Cedro, una messa apre i festeggiamenti per il 50esimo


Cerimonia inaugurale in programma domani,  28 febbraio 2018, nella chiesa parrocchiale. Il sindaco Vetere: “Auguri Santa Maria del Cedro”

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

SANTA MARIA DEL CEDRO – La celebrazione religiosa, in programma domani 28 febbraio alle 18, nella chiesa parrocchiale, aprirà i festeggiamenti per il cinquantenario del cambio del nome, da Santa Maria a Santa Maria del Cedro, e il 70esimo anniversario dell’indipendenza comunale.

L’intera comunità si sta preparando a festeggiare ed onorare nel migliore dei modi queste storiche ricorrenze.

“Auguri Santa Maria del Cedro – ha scritto il sindaco Ugo Vetere – domani è un giorno speciale per tutta la comunità”.

Sarà il sindaco a dare il benvenuto agli ospiti invitati a partecipare. Saranno presenti il vescovo della diocesi San Marco Argentano- Scalea Leonardo Bonanno, il presidente della Regione Calabria Gerardo Mario Oliverio, i consiglieri regionali Giuseppe Aieta e Giuseppe Giudiceandrea, il prefetto di Cosenza Gianfranco Tomao e Gino Mirocle Crisci, rettore dell’università della Calabria e i sindaci dei paesi limitrofi.

Ci saranno anche tutti gli ex sindaci di Santa Maria del Cedro e gli eredi di quelli che non ci sono più.

Al termine della santa messa, nei saloni della parrocchia Nostra Signora de Cedro, sarà proiettato un documentario sulla storia di Santa Maria del Cedro. Per l’occasione è stata allestita anche una mostra fotografica.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Coronavirus Basilicata, chiusi i centri commerciali nel weekend

Dad nelle scuole superiori e stop allo sport dilettantistico. Bardi adegua la Lucania alle restrizioni …

One comment

  1. Salvatore Ciriaco Giannotti

    E se tornassimo a chiamarla Cipollina?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright