Home / COMUNI / BELVEDERE / Omicidio Rodrigues, ergastolo per Sergio Carrozzino

Omicidio Rodrigues, ergastolo per Sergio Carrozzino


Il 46 enne di Belvedere Marittimo è stato condannato al fine pena mai e ad un anno di isolamento diurno per l’omicidio di Silvana Rodrigues De Matos. Ieri la sentenza della Corte d’Assise di Cosenza.

green multiservice disinfezione

BELVEDERE MARITTIMO – Condanna all’ergastolo e ad un anno di isolamento diurno.

Per Sergio Carrozzino, 46enne di Belvedere Marittimo, autore dell’omicidio di Silvana Rodrigues De Matos, la Corte d’Assise del tribunale di Cosenza, presieduta dal giudice Giovanni Garofalo, ha deciso per il fine pena mai.

Silvana Rodrigues De Matos

La sentenza, pronunciata ieri, 16 marzo 2018, prevede anche una pena accessoria di un anno di isolamento a causa dell’efferatezza del reato. Un risarcimento è stato stabilito per le parti civili,  il Comune di Belvedere Marittimo, rappresentato dall’avvocato Egidio Rogati, e il centro donna Roberta Lanzino, seguito dall’avvocato Marina Pasqua, e per i familiari della vittima, il marito e due figli, rappresentati dall’avvocato Luigi Malomo.

Sergio Carrozzino, difeso dall’avvocato Giuseppe Bello, era già stato condannato in passato per omicidio. Era un sorvegliato speciale con obbligo di dimora, quando la notte del 12 dicembre 2105, ha ucciso Silvana Rodrigues De Matos. Era stato scarcerato nell’aprile del 2015 dopo aver espiato una condanna definitiva a 15 anni di reclusione per l’omicidio del fratello del cognato di Silvana.

I carabinieri della compagnia di Scalea, dopo cinque mesi di indagini, lo hanno arrestato all’alba del 27 maggio 2016.

sergio carrozzino silvana rodrigues omicidio
Sergio Carrozzino. Arresto del 27 maggio 2016.

Il processo ha portato a conoscenza alcuni particolari che rendono ancora più drammatico l’omicidio della 33enne di origini brasiliane. Dalla ricostruzione dettagliata dei fatti, attraverso le dichiarazioni del testimone, anche e soprattutto sulla base del referto del medico legale che ha eseguito l’autopsia sul cadavere della donna, viene fuori che Silvana Rodrigues De Matos era ancora viva quando Sergio Carrozzino ha dato fuoco alla fiat Punto verde.

La donna è deceduta a seguito dell’inalazione dei fumi generati dalla combustione anche di natura tossica per i materiali presenti nell’auto. Il fuoco ha letteralmente consumato il suo corpo. Non sono stati infatti esclusi traumi precedenti all’incendio, né è stata definitivamente scartata l’ipotesi iniziale dello strangolamento.

TUTTO SULL’OMICIDIO RODRIGUES 


About Pierina Ferraguto

Giornalista pubblicista dal 2013. Laureata in Filosofia e scienze della comunicazione e della conoscenza all'Università della Calabria. Dal 2006 al 2008 lavora come stagista nella redazione di Legnano de Il Giorno. In Calabria lavora con testate regionali di carta stampata e televisive.

Check Also

Praia a Mare, tutto il territorio sarà videosorvegliato

La Giunta comunale ha approvato il progetto per installare telecamere per la prevenzione dei reati, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright