Home / CRONACA / Paola, i Tetrasolving della Bruno alle olimpiadi nazionali

Paola, i Tetrasolving della Bruno alle olimpiadi nazionali


Le olimpiadi di problem solving vanno alla squadra composta da Brando Trotta, Santo Cassano, Simone Sessa e Francesco Costanzo. Rappresenteranno la Calabria alle finali nazionali. La soddisfazione del sindaco e del dirigente scolastico.

PAOLA – Sono quattro ragazzi dell’istituto comprensivo Francesco Bruno di Paola i campioni regionali delle Olimpiadi di problem solving , Ops.

Rappresenteranno la Calabria nella categoria a squadre, alle olimpiadi nazionali, che avranno luogo il prossimo 28 aprile a Cesena.

Seguono in classifica dopo gli alunni di Paola quelli degli istituti comprensivi di Montalto Uffugo, plesso centro, di Cosenza, Don Milani, e di Taurianova, Sofia Alessio.

I Tetrasolving, questo l’originale nome dato alla loro squadra dai giovanissimi paolani, sono Brando Trotta, Santo Cassano, Simone Sessa e Francesco Costanzo. Piccoli geni che hanno battuto i pari età della fase regionale riservata alla scuola secondaria di primo grado. Alla stessa sono state ammesse 44 squadre.

I quattro ragazzi vincitori delle Ops regionali a squadre
I quattro ragazzi vincitori delle Ops regionali a squadre

Le olimpiadi sono promosse dalla direzione generale per gli ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica del ministero dell’Istruzione, università e ricerca, al fine di perseguire diversi obiettivi. Innanzitutto per il potenziamento di metodologie di problem solving.

L’intento è anche quello di mettere a frutto il patrimonio informatico, oggi strumento privilegiato per comprendere e dominare il complesso mondo della globalizzazione.

Si prefiggono, inoltre, lo sviluppo di processi di ragionamento creativo e nello stesso tempo metodico, per sviluppare strategie sistematiche di problem solving in una logica che vada nella direzione del cosiddetto “computational thinking”, prospettiva multidisciplinare che sviluppi fin dalla scuola primaria, competenze di questo tipo.

La brillante perfomance dei quattro ragazzi rappresentano una soddisfazione non soltanto per i genitori ma anche per la dirigenza scolastica della Bruno rappresentata da Sandra Grossi.

I ragazzi hanno dovuto risolvere diversi esercizi con difficoltà sempre maggiori. Una caratteristica fondamentale è che dopo ogni prova insieme con la risoluzione degli esercizi vengono forniti dei commenti che sono una traccia per il percorso formativo che gli insegnanti sono invitati a seguire.


About Francesco Maria Storino

Attualmente collaboratore della Gazzetta del Sud ha lavorato per La Provincia, Comunità 2000, Edizioni master, Il Quotidiano della Calabria e Corriere dello Sport. Cura particolarmente la cronaca giudiziaria.

Check Also

San Sago, il Tar ha rigettato il ricorso della GoGiFe

Il Tribunale amministrativo della Calabria ha rigettato perché inammissibile il ricorso della ditta contro l’obbligatorietà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright