Home / IN PRIMO PIANO / Guardia costiera, Federico Baldassarri lascia Maratea

Guardia costiera, Federico Baldassarri lascia Maratea


Dopo 16 mesi cambio al comando dell’ufficio circondariale marittimo competente fino a Diamante. Arriva il tenente di Vascello Antonio Bisanti

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

MARATEA – Antonio Bisanti succede a Federico Baldassarri al comando del Circomare di Maratea.

La sostituzione dopo 16 mesi di permanenza. Baldassarri proseguirà la propria carriera a Roma presso lo Stato Maggiore della Marina.

Nella mattinata di giovedì 13 settembre si è tenuta la cerimonia del cambio di comando e riconoscimento solenne dell’ufficio circondariale marittimo di Maratea.

Era presente il capo del Compartimento marittimo di Vibo Valentia Marina, capitano di fregata Giuseppe Spera. Alla cerimonia hanno preso parte il prefetto di Potenza, Giovanna Stefania Cagliostro, il vescovo della diocesi di Tursi-Lagonegro, monsigonr Vincenzo Orofino. Presenti inoltre numerose autorità militari e civili.

Il comando passa dunque al tenente di vascello Antonio Bisanti. Originario di Taranto, professionalmente proviene dalla capitaneria di porto di Manfredonia, in provincia di Foggia.

federico baldassarri
Federico Baldassarri

Il discorso di commiato di Baldassarri

Di seguito alcuni brani del saluto rivolto al territorio in ogni sua componente dell’ex comandante. A cominciare da un pensiero sul suo successore.

“Oggi sono felice. Cedo il comando ad un collega e amico che conosco da 14 anni, dal giorno in cui l’ho visto varcare il cancello dell’Accademia Navale di Livorno per iniziare, un anno dopo il mio, questa meravigliosa avventura professionale, e ciò mi conforta.

Dopo il percorso in accademia le nostre strade lavorative hanno avuto dinamiche diverse in questi anni, ma oggi si ricongiungono qui, a Maratea. Carissimo Antonio, ti consegno il testimone consapevole del difficile incarico che stai per assumere ma altrettanto certo che le tue capacità ti consentiranno di svolgere il compito nel migliore dei modi e per questo ti rivolgo il mio sincero augurio. Assumi il comando di questo splendido Circondario, dalle bellezze naturali e dai luoghi sbalorditivi, alla guida di un equipaggio professionalmente valido. Hai tutto lo slancio ed il carattere per maturare, anche tu in questa sede, un’esperienza esaltante”.

Poi l’attività svolta in 16 mesi e fatta di controllo in mare, a terra, di prevenzione dei reati.

“Sono stati mesi di intenso lavoro e di impegno instancabile ed incondizionato, connaturati dalla costante proiezione verso nuovi obiettivi, in un territorio difficile, estremamente ampio e caratterizzato da peculiarità che lo rendono unico. Il Circondario Marittimo di Maratea, infatti, è unico nel suo genere, con un territorio che si estende su due Regioni, Basilicata e Calabria, per circa chilometri, due Province, 8 comuni costieri, da Maratea a Diamante. Sono state più di 120 le deleghe di indagine evase nel Circondario, oltre a 60 illeciti penali rilevati. Sono state, inoltre, contestate quasi 130 violazioni amministrative, nei vari settori di competenza”.

Infine ringraziamenti per le istituzioni locali per la collaborazione, ma il ringraziamento più sentito è stato rivolto ai suoi stretti collaboratori.

“E’ ovvio che tutto ciò che di positivo, di tangibile e di concreto è stato realizzato è merito di una grande squadra, quella che ho avuto la fortuna ed il privilegio di coordinare e gestire, e cioè gli uomini e le donne di questo Ufficio Circondariale e dell’intero Circondario marittimo, comprendente i dipendenti Uffici di Praia a Mare e Diamante.

Siete stati per me un prezioso equipaggio, a terra e in mare, la mia personale famiglia marateota, ognuno con le vostre caratteristiche peculiari e diverse tra loro, da cui ho cercato di trarre il meglio per soddisfare il bene comune. Abbiamo condiviso insieme momenti molto difficili, situazioni di duro ed intenso lavoro, ma anche e soprattutto momenti di grande soddisfazione per i risultati raggiunti”.

Menzione per i lavori avviati per il rinnovo della sede di Maratea della capitaneria di porto, ma Baldassarri non ha mancato di ricordare “il non meno importante iter amministrativo intrapreso con l’amministrazione comunale di Scalea, al fine di poter addivenire alla possibile riapertura del dipendente Ufficio Locale Marittimo, chiuso dal 2001 e che potrebbe consentire di aggiungere un ulteriore importante presidio di legalità nella città più popolosa del circondario”.



About Pierina Ferraguto

Giornalista pubblicista dal 2013. Laureata in Filosofia e scienze della comunicazione e della conoscenza all'Università della Calabria. Dal 2006 al 2008 lavora come stagista nella redazione di Legnano de Il Giorno. In Calabria lavora con testate regionali di carta stampata e televisive.

Check Also

Santa Domenica Talao, taglia alberi senza autorizzazione: denunciato

Un uomo del posto ne avrebbe abbattuti 45, in gran parte ontani, in località Sant’Andrea, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright