Home / COMUNI / AMANTEA / Amantea, Operazione Factotum: nuovo giro di sequestri

Amantea, Operazione Factotum: nuovo giro di sequestri


Prosecuzione dei provvedimenti del 2017. Fatture false per 9 milioni di euro e truffa a Regione Calabria e Provincia di Cosenza per progetti e corsi di formazione

AMANTEA – Operazione Factotum: parte due.

Nelle scorse ore la guardia di finanza ha inferto un nuovo duro colpo al gruppo già perseguito circa un anno fa. I reati contestati a vario titolo a 5 soggetti: emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti e truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche.

In questo nuovo “giro di sequestri” sono finiti 4 beni immobili a Roma, una imbarcazione da 200 mila euro e 26 mila euro presenti su un conto corrente.

I sequestri sono stati effettuati nel Lazio e in Calabria dai finanzieri di Paola e Amantea. Il decreto di sequestro preventivo è stato emesso dal Gip di Paola, Maria Grazia Elia. A richiederlo il procuratore Pierpaolo Bruni e il sostituto Maria Francesca Cerchiara.

Destinatari 2 soggetti residenti nelle province di Cosenza e di Roma. La truffa scoperta era a danno della Regione Calabria e della Provincia di Cosenza grazie a un giro di evasione di imposte sui redditi e sul valore aggiunto.

La caserma della guardia di finanza di Paola

Falso giro di fatturazione per 9 milioni di euro

Le fiamme gialle hanno scoperto un sofisticato meccanismo di false fatturazioni, pari a circa 9 milioni di euro. Ad emetterle una serie di società, enti morali e associazioni no profit. Tutte intestate a persone “prestanome”. Due società erano estere, in realtà fittiziamente create per intralciare le indagini.

Il fine ultimo era di evadere le imposte e creare così un indebito credito Iva nei confronti dell’Erario. Si compensavano così debiti Iva, ritenute d’acconto operate nei confronti di numerosi soggetti e mai versate.

Parte delle fatture veniva utilizzata come “giustificativo di spesa” nel progetto di formazione denominato “Addetto al ricevimento” e nell’ambito di corsi di formazione nei settori “Gestione dell’azienda agrituristica”, “Tecnologia informatica nella gestione e promozione dell’agriturismo”, “Agricoltura sostenibile, rispetto per l’ambiente e qualità dell’azienda turistica”.

Regione Calabria e Provincia di Cosenza, enti finanziatori, accreditavano dunque le somme.

Lo stratagemma era poi completato da scritture contabili per coprire le operazioni illecite da 1 milione 600 mila euro a beneficio del principale indagato. Somme in parte trasferite su conti correnti esteri.

Operazione Factotum dopo un anno circa di indagini

Sommando i sequestri recenti a quelli effettuati a luglio 2017 si arriva a un totale di 81 immobili tra fabbricati e terreni, un’imbarcazione e 17 rapporti finanziari. Il tutto per un valore pari all’evasione fiscale e alle indebite percezioni pubbliche conseguite di 1 milione 613 mila euro.

In questo articolo, il resoconto della prima tranche d’indagine risalente, come detto, a luglio 2017. In quella occasione, furono inoltre rivelate le identità delle persone indagate.

Ovvero, l’imprenditore Maurizio Vadacchino, l’ex assessore di Amantea, Rocco Giusta, Laura Mollica, Riccardo Giannetti e Oksuna Liukaneko. Alcuni mesi dopo, i sequestri erano stati confermati dal tribunale del riesame.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Belvedere Marittimo, nuovo crollo nel depuratore comunale

Ancora una volta ha ceduto la parete di una delle vasche dell’impianto cittadino di località …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright