Home / CRONACA / Operazione Ariete: sgominata banda furti con “Spaccata”

Operazione Ariete: sgominata banda furti con “Spaccata”


Procura di Paola e carabinieri sgominano gruppo criminale italo-romeno che rubava nei negozi sfondando le saracinesche con auto rubate.

PAOLA – Utilizzavano veicoli rubati, persino uno scuolabus, per sfondare le saracinesche di negozi e compiere furti.

Operazione Ariete: nove persone sono state arrestate dai carabinieri su mandato della Procura della Repubblica di Paola. Si tratta di un gruppo di italiani e romeni che negli ultimi anni avrebbe messo a segno diversi colpi con la tecnica detta della “Spaccata”.

I carabinieri della compagnia di Paola hanno avviato le indagini nel 2016 accertando 13 furti aggravati, di cui due tentati, a danno di distributori di benzina, bar, edicole, sale giochi e rivendite di pneumatici, nelle province di Cosenza, Reggio Calabria, Catanzaro e Taranto. Complessivamente, questi colpi avrebbero loro fruttato circa 200 mila euro.

Accertarti inoltre 4 furti di veicoli utilizzati, come detto, a mo di ariete per sfondare le saracinesche, come mostra questo video.

Le indagini e gli arresti

Le manette sono scattate questa mattina nei comuni di Celico, Cosenza, Corigliano-Rossano e Napoli.

In campo i carabinieri di Paola, con il supporto di personale dei comandi provinciali di Cosenza e Napoli, e di personale del Nucleo carabinieri cinofili di Vibo Valentia.

I militari hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Paola Rosamaria Mesiti, su richiesta del procuratore della Repubblica Pierpaolo Bruni e dei sostituti Antonio Lepre e Rossana Esposito.

Gli arrestati sono accusati di furto pluriaggravato continuato ed in concorso.

“Gli indagati – si riferisce in un comunicato stampa – ricorrendo ad un collaudato modus operandi, dopo un iniziale sopralluogo finalizzato all’individuazione dei possibili obiettivi dell’azione delittuosa, erano soliti impiegare veicoli precedentemente asportati, tra cui anche uno scuolabus, come arieti, per lo sfondamento delle misure di difesa passiva degli esercizi commerciali colpiti.

Durante la materiale esecuzione dei furti, caratterizzati da rapidità d’azione ed elevata forza d’impatto, gli obiettivi erano attentamente sorvegliati, grazie alla creazione di un’ampia area di rispetto, mediante l’impiego di pali e vedette dinamiche”.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Belvedere Marittimo, inaugurati i Laboratori musicali del Liceo Campanella

Per gli studenti aule di tecnologie musicali, una sala di registrazione e una per i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright