Home / IN PRIMO PIANO / Tortora, don Giovanni Mazzillo in missione in Svizzera

Tortora, don Giovanni Mazzillo in missione in Svizzera


Per un anno sarà nella diocesi di Coira, dove è presente una nutrita comunità italiana. Domenica il saluto ai fedeli e il mandato del vescovo Bonanno.

TORTORA – Don Giovanni Mazzillo va in missione per un anno in Svizzera.

Per questo motivo ieri, domenica 13 gennaio 2019, il vescovo della diocesi San Marco Argentano-Scalea, monsignor Leonardo Bonanno, ha concelebrato la messa delle 11 nella parrocchia di San Pietro a Tortora.

Nell’occasione ha dunque conferito al parroco tortorese il mandato quale presbitero “fidei donum ad tempus” presso la Missione di lingua italiana nella diocesi di Coira, in Svizzera.

Inoltre, monsignor Bonanno ha confermato che sarà don Timothee a guidare la comunità parrocchiale durante l’assenza di don Giovanni al quale ha consegnato una croce.

Coira è un comune svizzero di circa 37 mila abitanti del Cantone dei Grigioni, di cui è la capitale. Qui, risiede una nutrita schiera di italiani, il 5,1% della popolazione, in parte calabresi.

“Al termine di questo giorno davvero importante – ha detto don Giovanni Mazzillo –, solo due parole: grazie e grazia! La tua grazia (che è disinteresse, gratuità, dono continuo) mi accompagni sempre, Signore. E poi grazie per aver guardato proprio me.

Grazie anche a voi tutti che avete pregato o avete scritto o siete stati presenti in una chiesa piena”.

Alla celebrazione domenicale erano presenti anche don Franco Liporace della parrocchia Gesù Cristo Salvatore di Praia a Mare e il sindaco del Comune di Tortora, Pasquale Lamboglia.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Scalea, dall’Orto Solidale una storia di riscatto sociale

Un detenuto inserito nella progettazione della Cooperativa Germano ha ottenuto uno sconto di pena. Il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright