Home / IN PRIMO PIANO / Isola Dino di Praia a Mare, il Wwf per il plastic free

Isola Dino di Praia a Mare, il Wwf per il plastic free


“Spiagge plastic-free” arriva anche a Fiuzzi grazie a una iniziativa ambientalista che coinvolge i giovani delle scuole locali.

PRAIA A MARE – Una pulizia della spiaggia di località Fiuzzi e dei fondali dell’Isola Dino di Praia a Mare sarà effettuata a cura del Wwf sabato 1° giugno 2019.

L’iniziativa è del Wwf Cosenza Sila Pollino e inizierà alle 9 e 30.

Saranno presenti il sindaco di Praia a Mare, Antonio Praticò, il comandante della delegazione di spiaggia Praia a Mare, Aieta, San Nicola Arcella dell’ufficio circondariale marittimo di Maratea, Domenico Galasso, il dirigente dell’Istituto comprensivo di Praia a Mare, Aieta, San Nicola Arcella, Patrizia Granato, il presidente del Wwf Cosenza Sila Pollino, Nicoletta Boldrini, il referente della campagna mare del Wwf, Giovanni Argirò.

All’evento collaboreranno i sub dell’associazione Dino sub centro subacqueo Isola Dino. Annunciaya anche la presenza del vicino Wwf Maratea – Nucleo operativo.

wwf plastic free

Wwf: liberiamo i mari dalla plastica

La campagna nazionale del Wwf “Spiagge plastic-free” consiste in una serie di eventi animati da volontari e cittadini, uniti tutti dallo stesso obiettivo: liberare alcune delle più belle spiagge italiane dall’invasione silenziosa della plastica.

Le tappe di questo tour, generalmente, prevedono il coinvolgimento delle amministrazioni comunali, della guardia costiera e delle scuole locali.

“Fra gli obiettivi dell’iniziativa – si legge in un comunicato stampa del Wwf – c’è anche quello di consolidare il senso di identità e di appartenenza degli studenti al proprio territorio, attraverso la tutela dell’ambiente e della natura tutta”.

Plastica in mare: una vera piaga

Il Wwf considera il problema dei rifiuti di plastica in mare una vera e propria piaga. Secondo gli ambientalisti, ogni anno finiscono negli oceani tra i 10 e 20 milioni di tonnellate di plastica.

L’Europa è il secondo produttore di plastica al mondo dopo la Cina e riversa in mare ogni anno tra le 150 e le 500 mila tonnellate di macroplastiche e tra le 70 e le 130 mila tonnellate di microplastiche.

Il Mar Mediterraneo è classificato come la sesta zona di accumulo di rifiuti plastici al mondo: pur rappresentando solo l’1% delle acque mondiali, concentra il 7% della microplastica globale.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Incendi in Calabria, domato incendio a Castrolibero

Alimentato dal vento. In fiamme un bosco vicino ad alcune abitazioni. In azione vigili del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright