Home / COMUNICATI STAMPA / Gal Riviera dei Cedri, due nuovi bandi da 1 milione di euro

Gal Riviera dei Cedri, due nuovi bandi da 1 milione di euro


600 mila euro per i prodotti agroalimentari tipici del territorio e 320 mila euro per sostenere le imprese agricole dell’area geografica del Gruppo di azione locale.

SANTA MARIA DEL CEDRO – Un nuovo bando è stato aperto oggi e uno sarà aperto tra una settimana da parte del Gal Riviera dei Cedri, per un valore di circa 1 milione di euro.

Il gal è la società consortile a responsabilità limitata a partecipazione pubblica-privata per promuovere interessi istituzionali, economici e commerciali del territorio di appartenenza.

In entrambi i bandi, gli investimenti realizzati devono essere allocati in unità produttiva o unità locale dell’impresa richiedente ubicata nell’area eleggibile del Gal Riviera dei Cedri

Le domande dovranno essere caricate sul portale Sian per il tramite di centri Caa o di tecnici accreditati. Tutte le informazioni sui bandi e sulle procedure di accreditamento dei tecnici sono reperibili sul sito istituzionale del Gal.

Lavorazione di prodotti agroalimentari tipici

Il primo bando è l’intervento 4.2.1: “Investimenti in favore di micro e piccole aziende della trasformazione-commercializzazione dei prodotti agroalimentari tipici del territorio“. È stato aperto a partire da oggi e sarà chiuso il 18 luglio prossimo.

La dotazione finanziaria è di 600 mila euro e gli investimenti ammissibili devono essere non superiori a 40 mila euro con una intensità d’aiuto pari al 50%.

“Questa misura – informano dal Gal – sostiene le fasi della trasformazione, commercializzazione e vendita dei principali prodotti agricoli caratteristici dell’area”.

Questi prodotti devono provenire da queste microfiliere:

  • Agrumicola, con particolare riferimento al cedro ed al limone;
  • Olivicola;
  • Vitivinicola;
  • Ortofrutticola, con particolare attenzione al fico, al peperoncino, alla melanzana, al pomodoro, alla zucchina;
  • Zootecnica.

“Sono ammessi a presentare domanda per ottenere il sostegno – ancora dal Gal – imprese operanti nella trasformazione, commercializzazione, vendita dei prodotti agricoli.

Imprese che sono produttori agricoli, qualora la materia prima da trasformare e commercializzare sia di provenienza extra-aziendale in misura non inferiore ai 2/3 (67%) di quella complessivamente lavorata-commercializzata.

Persone fisiche che intendono costituire impresa purché entro la data di sottoscrizione dell’atto di concessione facciano pervenire la documentazione necessaria a comprovare l’avvenuta iscrizione al Registro delle imprese”.

Sostegno alle imprese agricole

Il secondo bando è l’intervento 6.4.1: “Sostegno ad interventi di diversificazione e multifunzionalità delle imprese agricole”. Sarà aperto il 10 giugno e chiuso il 25 luglio 2019.

La dotazione finanziaria è di 320 mila euro e gli investimenti ammissibili devono essere non superiore a 40 mila euro con una intensità d’aiuto pari al 50%.

“In questo caso – è scritto in una comunicazione alla stampa – si vuole sostenere lo sviluppo di attività legate all’agricoltura sociale e alle fattorie didattiche, la creazione di piccoli impianti di trasformazione e o spazi aziendali e o di degustazione, gli agriturismi”.

Sono ammessi a presentare domanda per ottenere il sostegno le imprese agricole in forma singola o in forma associata.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Scalea Europea: “Il consiglio comunale deve dimettersi”

Questa la posizione del gruppo dopo l’arresto del sindaco Licursi nell’operazione Ghost work. “Hanno invece …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright