Home / IN PRIMO PIANO / Suor Letizia lascia Marcellina, le mamme: “Noi, gregge senza pastore”

Suor Letizia lascia Marcellina, le mamme: “Noi, gregge senza pastore”


Dopo tanti anni e tanta educazione impartita ai bambini dell’asilo delle Riparatrici del Sacro Cuore suor Letizia D’Angelo, a luglio, lascerà la comunità.

SANTA MARIA DEL CEDRO – “Ci sentiamo come un gregge senza pastore”.

I genitori degli alunni dell’Istituto Suore riparatrici del Sacro Cuore di Marcellina, frazione di Santa Maria del Cedro, lo dicono in una lettera di commiato, ma anche di ringraziamento, rivolta a Suor Letizia D’Angelo.

Dopo tanti anni di missione nella comunità, la religiosa infatti lascerà l’istituto marcellinese, chiamata ad altri compiti dai vertici della congregazione dedita all’educazione della gioventù e, soprattutto, all’assistenza agli orfani e agli anziani.

Le mamme dei piccoli che frequentano attualmente l’istituto delle riparatrici hanno anche tentato di far desistere dall’intento quegli stessi vertici, “pur essendo coscienti – hanno scritto – del dono che lei sarebbe per qualsiasi altra comunità”.

Ma, a quanto pare, a nulla è valso e ai primi di luglio la religiosa lascerà la comunità che tanto le è riconoscente.

In redazione è giunta la richiesta di pubblicazione della lettera di saluto per suor Letizia, scritta dalla rappresentante di classe, Letizia Falzone, a nome di tutti i genitori.

Le mamme di Marcellina salutano suor Letizia

suor letizia d'angelo marcellina
Suor Letizia D’Angelo (centro) con don Paolo Raimondi (sinistra, e alcuni alunni dell’istituto

Come Tu mi vuoi io sarò, dove Tu mi vuoi io andrò“.

Ecco come Suor Letizia D’Angelo vive la sua vocazione religiosa: umile e perseverante suora dell’Istituto Suore Riparatrici del Sacro Cuore di Marcellina.

È sempre difficile comprendere ed accettare che “ci venga tolto” qualcosa o, peggio, ci venga a mancare qualche persona a cui siamo affezionati, vogliamo bene e siamo legati. Ancora più difficile quando questa persona è chiamata in un altro posto, ad un altro incarico.

In questi anni l’Istituto ha cambiato volto, la presenza di Suor Letizia è stata ed è una garanzia di uno stile educativo improntato sui valori cristiani. D’altra parte è sotto gli occhi di tutti, il bene che ha dato e tuttora offre alla nostra comunità. E quindi non è semplice credere che sta per andare via.

“Io sono figlia di obbedienza, se mi viene chiesto di cambiare, io devo cambiare. Certo è dura andare via… ho un peso sul cuore…”.

Ride scherzosamente dopo questa sua considerazione. Il sorriso però dopo un poco lascia spazio alla commozione che nasce dal pensiero di dover lasciare un paese, una comunità che ha segnato profondamente il suo cuore.

Suor Letizia ha fatto sempre sentire tutti noi membri attivi di una grande famiglia, nella quale mentre abbiamo condiviso gioie e fatiche, preoccupazioni e realizzazioni, abbiamo anche sperimentato quella benevolenza che si è espressa in delicatezza di sentimenti, attenzione ai bisogni, riconoscenza concreta.

E la nostra riconoscenza si esprime nella preghiera, preghiera che va verso Suor Letizia; che nonostante le difficoltà e la fatica continua ad operare per migliorare sempre di più l’attività educativa a favore delle nuove generazioni, nel “suo” Istituto dove i valori sono ancora diffusi nell’aria.

Grazie Suor Letizia per aver aiutato tanti bambini a diventare uomini e donne autentici, capaci di scelte profonde e decisive.

Anche se adesso ci sentiamo come un gregge senza pastore, ci basiamo sulla certezza che i valori da lei seminati e condivisi nel corso degli anni continueranno a crescere a bene di tutti e portiamo nel cuore la speranza, il richiamo alla Presenza del Signore nell’Eucarestia e ci auguriamo che resti vivo tra noi.

L’accompagneranno sempre il nostro affetto e la nostra riconoscenza. Siamo certi che ovunque andrà saprà donare a chi la incontra il suo sorriso, frutto della serenità di chi nella vita ha seguito il cammino che le è stato assegnato.


About Pierina Ferraguto

Giornalista pubblicista dal 2013. Laureata in Filosofia e scienze della comunicazione e della conoscenza all'Università della Calabria. Dal 2006 al 2008 lavora come stagista nella redazione di Legnano de Il Giorno. In Calabria lavora con testate regionali di carta stampata e televisive.

Check Also

“Tra Terra e Mare”: sul tavolo i temi ambientali

A Scalea convegno il 21 novembre: dall’educazione nelle scuole ai cambiamenti climatici fino alla sicurezza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright